Aerei supersonici: la Nasa sperimenta le ali che cambiano forma

aereo nasa

Gli scienziati della Nasa stanno testando una nuova superficie alare su una generazione di velivoli in grado di cambiare forma durante il volo. Questi nuovi aerei supersonici dovrebbero mirare ad essere più silenziosi ed aumentare in modo significativo l'efficienza del carburante.

I ricercatori hanno sostituito le alette in alluminio degli aerei tradizionali con "una serie di ali che cambia forma" e dotate di superfici pieghevoli e girevoli. "Le prove in volo determineranno se gli ipersostentatori alari del bordo posteriore flessibile saranno un valido approccio per migliorare l'efficienza aerodinamica e ridurre il rumore generato durante i decolli e gli atterraggi", si legge sul sito della Nasa.

Il progetto di ricerca, denominato Adaptive Compliant Trailing Edge (ACTE), coinvolge l'agenzia spaziale americana e l'U.S. Air Force Research Laboratory Research Laboratory. Mentre, per quel che concerne la tecnologia di progettazione delle ali e del loro design, questa spetta ad Ann Arbor. di FlexSys. Grazie al finanziamento previsto dal programma di ricerca dell'Air Force Small Business, Flexsys ha sviluppato un "profilo alare dalla geometria variabile", soprannominato FlexFoil, in grado di essere montato su telai di aeromobili già esistenti ed altri completamente nuovi.

Questa inedita tecnologia è in fase di sperimentazione su un aereo Gulfstream III, modificato presso l'Armstrong Flight Research Center della Nasa, di base a Edwards, in California. L'ente spaziale ha detto che durante il volo iniziale, "le superfici di controllo sperimentali" delle ali erano chiuse in un ambiente specifico. Le diverse impostazioni dei "flap" saranno invece utilizzate sui voli successivi per raccogliere dati sul modo in cui tale tecnologia agisce sull'ala.

"Il primo volo è andato come previsto. Abbiamo convalidato molti elementi chiave dei bordi sperimentali d'uscita sperimentali", ha riferito Thomas Rigney, ACTE Project Manager dell'Armstrong Flight Research Center della Nasa. "Ci aspettiamo che questa tecnologia sia capace di rendere gli aeromobili del futuro più leggeri, più efficienti e silenziosi. Inoltre, ha anche il potenziale di risparmiare centinaia di milioni di dollari ogni anno in costi di carburante”.

La Nasa, però, non è l'unica organizzazione in cerca di applicare le nuove tecnologie al trasporto aereo. Sono molte le agenzie private che stanno sperimentando nuove tecnologie sui relativi concept di aerei commerciali. Basti pensare all'aereo completamente trasparente che mostrerà al passeggero le meraviglie del volo. La sfida dei cieli è aperta. 

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche: 

- Virgin Galactic:, ci siamo quasi. Ma presto anche aerei superfonici

- Lockheed Martin annuncia l'aereo supersonico

Pin It