Se al bagno ci si va con lo smartphone...

Social-Media-Addiction

Riuscite a immaginare di vivere senza il vostro cellulare? Senza Facebook? Senza Whatsapp? Senza Twitter? Siete tra quelli che vanno al bagno con il proprio smartphone al seguito? Bene, sappiate di non essere soli, ma di far pienamente parte dell'era 2.0.

E c'è chi, perfino, ha dedicato a questa “generazione” di inseparabili seguaci dello smartphone l'ardua definizione di "Social Media Generation Addicted", ovvero “generazione dipendente dai social media”.

Zen Pencils è un sito molto popolare ed ha creato un fumetto basato sull'altrettanto ben noto personaggio Marc Maron. Si tratta di un ritratto comico della società odierna, seppur lasci spazio ad ampie riflessioni. La storia, raccontata sotto forma di fumetto, descrive senza troppe remore la nostra dipendenza dai social media. L'intera striscia, infatti, illustra il processo mentale di una persona dipendente dalla sindrome social.

social-media-generation

È facile riconoscersi. Non si tratta di età. Giovani e meno giovani fanno parte di questa generazione 2.0, indipendentemente dall'età anagrafica. Perché non è difficile girarsi intorno e scrutare volti immersi in colorati display alienanti. Il mondo, a quanto pare, è dentro uno smartphone. Sembra ammonire il fumetto.

Non possiamo negare, quindi, una certa veridicità della storia. Se, anche il momento più privato della quotidianità di una persona è accompagnato da un mondo nettamente virtuale.

Chissà cosa penserebbero i vostri amici se sapessero che, mentre parlate con loro, siete in bagno!

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Social network: la vita dei giovani è online

- I social network per combattere le malattie

Pin It

Cerca