Robot e computer: Bill Gates e' preoccupato per l’umanità

guerra robot

Anche Bill Gates teme l’intelligenza artificiale: robot e computer sono troppo potenti e ormai mettono paura. Il fondatore di Microsoft, dunque, proprio lui, si allinea alle perplessità di chi vede nelle macchine un pericolo. All’inizio un aiuto, dopo così complesse e capaci da mettere in ansia coloro che le hanno generate.

L’ex maggiore azionista di Redmond si allinea dunque con l’astrofisico Stephen Hawking e l’imprenditore Elon Musk, fondatore di Space X e Tesla Motors, che avevano espresso il loro timore in merito: Musk e Hawking avevano infatti prospettato l’ipotesi che l’intelligenza artificiale potesse distruggere l’umanità in futuro. Uno scenario apocalittico, non lontano dalle immagini di Terminator, che Bill Gates non aiuta a far scomparire.

Che lo dica proprio lui infatti, più che come un paradosso, suona come un allarme. “Io sono tra chi è spaventato dalla super-intelligenza ha rivelato Gates nel corso di una sessione di ‘Ask Me Anything’ (‘Chiedetemi tutto’) sul sito Reddit – All’inizio le macchine faranno molto lavoro al nostro posto e non saranno super intelligenti. E questo sarà positivo se lo gestiremo bene. Pochi decenni dopo però saranno forti abbastanza da essere una preoccupazione”.

Del parere del tutto opposto appare invece Eric Horvitz, capo dei laboratori di Microsoft Research, che, nel corso di una video intervista, ha manifestato la piena fiducia in un totale controllo dell’uomo sulle macchine, dalle quali, anzi, avremo solo incredibili benefici, dalla scienza all’istruzione, all’economia e alla vita di tutti i giorni.

Dove stiamo andando? In realtà forse quello che spaventa è proprio la necessità di porci questa domanda e il fatto che non tutti concordino sulla risposta. Le nostre creazioni sono veramente così potenti da insinuarci questi dubbi?  Un incredibile punto interrogativo, a cui seguono ipotesi a volte curiose, come la possibilità che nel 2050 prostitute e gigolò possano essere robot, a volte decisamente scioccanti, come la distruzione della razza umana.

Un problema, comunque, che siamo potenzialmente ancora in grado di gestire. Anche se non sappiamo ancora per quanto.

Roberta De Carolis

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Robot: entro il 2029 saranno più intelligenti dell’essere umano

- Robot, attenti a quegli otto: ci cambieranno la vita

- Computer del futuro, fotonica: Hp annuncia The Machine   

Pin It

Cerca