Il futuro dell'agricoltura e' nei droni contadini

droneagricolo1

Il futuro dell'agricoltura è nei droni. Secondo una speciale classifica stilata da Mit Technology Review, infatti, i cosiddetti "droni agricoli" sarebbero una delle dieci tecnologie emergenti più utilizzate.

Già in uso in Giappone (pioniere, tra l'altro, anche delle "serre del futuro") per monitorare i campi coltivati o realizzare interventi mirati anche sulle singole piante a costi inferiori rispetto ai metodi tradizionali (2.500 sono le "macchine volanti" adibite allo "spraying" sulle risaie), i droni agricoli consentiranno, di fatto, di risparmiare tempo e risorse economiche e di garantire una maggiore sicurezza nelle comuni attività agricole.

È in questo modo, allora, che nasce la "agricoltura di precisione" o, per dirla con gli inglesi, "precision farming": con i sensori si individuano le priorità per ogni zona coltivata e i droni consentono di intervenire in maniera mirata. In questo modo, si manterrà nei limiti l'uso dell'acqua e, soprattutto, dei pesticidi e si interverrà in maniera precisa su particolari aree o addirittura su singole piante.

Questo specifico settore si sta rivelando molto interessante anche in Italia, dove, si sa, il comparto agricolo riveste un'importanza fondamentale nell'economia dell'intero Paese. Il punto sullo sviluppo di questo nuovo business sarà fatto in occasione della conferenza "Droni in agricoltura", nuovo appuntamento del ciclo "Roma Drone Conference", che si svolgerà il prossimo 28 gennaio a Roma all'Atahotel Villa Pamphili.

droneagricolo2

"Questa nostra conferenza sarà soprattutto un'occasione per conoscere i risultati dei primi esperimenti italiani di agricoltura di precisione con APR e anche per la presentazione di nuovi droni-contadino sviluppati da aziende italiane e pronti ad entrare sul mercato nazionale ed estero", precisa il presidente di Roma Drone Conference, Luciano Castro.

Una dimostrazione effettiva della diffusione dei droni nel settore agricolo è dato dai corsi organizzati in collaborazione tra Biofly e HobbyHobby, volti a ottenere l'Apr (pilotaggio teorico e pratico dei droni), utilizzando quindi i droni in sicurezza in tutto rispetto dell'attuale normativa vigente.

Insomma, la tecnologia comincia ad entrare a pieno titolo anche nel settore agricolo, aiutando gli agricoltori ad essere più efficienti nella cura della campagna.

Germana Carillo

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Robot e droni: l'agricoltura del futuro sara' cosi'

Farmbots: gli agricoltori del futuro sono robot

La serra del futuro e' alimentata dai LED

Il futuro della fattoria biologica è nei robot?

Pin It

Cerca