Kuratas, dal Giappone arriva il primo mega-robot 'di consumo'

cover kuratas

Chi, da piccolo, non ha mai sognato di essere il pilota di Mazinga, Gundam o di un qualsiasi altro fantastico mega-robot dei cartoni animati giapponesi? Beh, per chi ha un (bel) po’ di soldi da spendere, il momento tanto atteso è finalmente arrivato.

La giapponese Suidobashi Heavy Industry ha annunciato ufficialmente Kuratas, un impressionante mech pilotabile e già disponibile per l'acquisto, a “soli” 1,35 milioni di dollari (poco più di un milione di euro). Sembrerebbero un sacco di soldi, ma stiamo parlando del primo mega-robot di consumo al mondo: i fortunati che potranno permetterselo potranno infatti acquistarlo ed usarlo per scorrazzare in città attirando l’attenzione di tutti o spaventare gli automobilisti che se lo troveranno accanto.

Il Kuratas è un robot di 4.500 chili che potremo controllare utilizzando i sensori di movimento Microsoft Kinect. Potremo entrare personalmente nel cockpit (proprio come in Mazinga) o controllarlo a distanza dal nostro smartphone, grazie alla connessione internet 3G.

Giusto per essere chiari, il Kuratas non è solo un altro dei tanti bei robot creati in tutto il mondo per gli scopi più diversi: si tratta di un vero e proprio mech, come quelli dei fumetti, dei film di fantascienza e dei videogiochi. Kuratas può muovere il busto e le braccia per compiere diverse azioni e si muove ad una velocità massima di 10 km/h, alimentato da un motore diesel. Grazie alle sue gambe snodabili, Kuratas può essere guidato a diverse altezze, a seconda delle esigenze.

Kuratas

Per il suo robottone la Suidobashi ha previsto anche due armi: i “Launcher Lohas”, che sparano delle bottiglie di plastica che “colpiscono il bersaglio di tanto in tanto”, ed un paio di pistole Gatling (a pallini) in grado di sparare fino a 6.000 colpi al minuto. La funzione più interessante del Kuratas però è lo “Smile Shot”, che permette al pilota di attivare le armi con un semplice sorriso. Nonostante il prezzo sicuramente non per tutte le tasche, la Suidobashi ha già ricevuto 3.000 ordini da tutto il mondo.

Antonino Neri

Leggi anche:

- Entro il 2015 i robot entreranno nelle caverne della Luna

- Robocom: il futuro è dei robot