Robot: sfida ai calci piazzati tra una gamba robotica e Andrew Mehrtens

Rugby_World_Cup

Numerose sono le potenziali applicazioni della robotica, e in molti casi di assoluta rilevanza. Pensiamo ad esempio a quali potrebbero essere i vantaggi di una chirurgia assistita, in grado di assicurare, se ben gestita, eccezionale precisione e affidabilità.

O ancora prendiamo in esame la possibilità di servirsi di robot per il trasporto di materiali tossici oppure di sostanze in qualche modo pericolose. Si ridurrebbero in maniera drastica i rischi per l’uomo potendo legittimamente ambire anche a un miglioramento in termini di costi ed efficienza.

Uno spettro applicativo vasto, che non comprende però soltanto questioni di cruciale importanza, ma anche, ad esempio, eventi di natura ludica. Un esempio di stretta attualità: la coppa del mondo di rugby, che ha visto l’Italia fermarsi a un passo dal sogno dei quarti di finale, sbattendo contro il muro irlandese.

Un gruppo di ingegneri dell’università del Massey ha sviluppato una gamba robotica, col preciso scopo di riprodurre il gesto tipico dei rugbisti in occasione di un calcio piazzato, che ha come obiettivo quello di far passare la palla nello specchio della porta, sorvolando la barra trasversale.

La gamba robotica si basa su tubi pneumatici, controllati da un controllore logico programmabile XYZ Siemens. La sua efficacia verrà testata il 10 ottobre, giornata in cui è prevista una vera e propria gara di precisione con un avversario umano del calibro di Andrew Mehrtens, leggendario ex-giocatore neozelandese. Al momento del suo ritiro, proprio Merthens era detentore del record per maggior numero di punti segnati su calcio piazzato di tutti i tempi.

Damiano Verda

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico