Da Tokyo gli occhiali ingrandenti per perdere peso

occhiali cibo

Per dimagrire occorrono gli occhiali. Non è uno scherzo ma l'idea del professor Michitaka Hirose, ingegnere di sistemi intelligenti presso il Centro di ricerche avanzate e tecnologia (Rcast) dell'Università di Tokyo. Insieme al proprio team di ricerca, l'esperto ha messo a punto un paio di occhiali 3D in grado di ingrandire ciò che guardiamo, in questo caso il cibo, inducendo un aumento del senso di sazietà.

Immaginate di non avere un'abbondante porzione nel piatto per colpa dell'immancabile dieta cui facciamo ricorso ogni anno prima della prova costume. Ebbene, ciò che guarderemo non sarà poi così deprimente, ma avremo l'illusione (solo quella forse) di mangiare in abbondanza.

Gli occhiali, collegati ad una telecamera, sono infatti in grado di accrescere le dimensioni dell'oggetto osservato di 1,5 volte ma anche di ridurle di un terzo. Le immagini tridimensionali sono elaborate dal computer e trasmesse sulle lenti.

Se pensate che sia tutto inutile e che vedere le cose in un certo modo non attutisca il senso di fame, vi sbagliate. Dai test effettuati su 12 persone, è emerso che l'ingrandimento fino a 1,5 volte ha causato una diminuzione del cibo consumato, in quel caso di biscotti, in media del 9,3% per il raggiungimento della sazietà. Al contrario, chi aveva mangiato non indossando gli speciali occhiali ha fatto registrare un aumento del consumo di cibo del 15%.

Peccato che non siano ancora in commercio. L'estate è vicina.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca