Dalla stampa 3D il boccaglio contro le apnee nel sonno

apnea stampa 3d

Russare sarà solo un ricordo. Un nuovo boccaglio realizzato in Australia con la stampa 3D permetterà di evitare le apnee nel sonno. Dopo aver prodotto organi umani, un cranio e la cioccolata, la stampa 3D punta a risolvere uno dei problemi più fastidiosi a letto: le apnee notturne.

Bizzarro ma vero. A idearlo è stato il team di scienziati australiani della Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation (Csiro). Utilizzando uno scanner 3D per mappare la bocca di un paziente, i ricercatori, insieme alla società australiana Oventus, sono riusciti a stampare un boccaglio che ostacola le pericolose pause del respiro durante il sonno.

Creato usando titanio, il piccolo dispositivo è rivestito con una speciale plastica medica e viene personalizzato per ogni paziente in base alla forma della bocca.

Come funziona? La parte che va all'interno della bocca è simile a una dentiera che deve aderire bene ai denti e alle gengive. Ad esso è collegato un beccuccio che finisce sulle labbra e che permette all'aria di entrare e uscire dalla bocca. Il vantaggio è che l'aria bypassa tutti gli ostacoli provenendo dalla parte posteriore della gola.

apena 3d

“Questo nuovo dispositivo è fatto su misura per ogni bocca utilizzando una scansione 3D e viene utilizzato solo per i denti superiori che lo rendono più aderente e molto più comodo,” ha spiegato Neil Anderson, Ceo di Oventus, secondo cui la chiave per il trattamento è nella facilità di realizzazione del sistema. Occorrono appena 14 ore per creare 40 boccagli presso gli impianti di produzione di Csiro.