EyePhone: e il cellulare si comanda con gli occhi

Il cellulare governato con gli occhi. Scatti una foto, mandi un sms, oppure accetti una chiamata, solo col battito delle ciglia. Si tratta di un nuovo algoritmo studiato dai ricercatori del Dartmouth College, che permetterà di gestire il menù del cellulare col solo movimento degli occhi.

Si scrive EyePhone, anche se la pronuncia non deve ingannare. L'apparecchio mobile di casa Apple non c'entra nulla ma, appunto, parliamo di un algoritmo d'applicare agli smartphone. E al momento è stato già provato su alcuni tablet di casa Nokia.

Tecnicamente EyePhone registra la posizione dell’occhio umano che guarda dritto lo schermo del cellulare. Lo fa dividendo il monitor in 9 zone, e così capisce dove l’occhio ha posizionato la sua attenzione e dunque la sua scelta.

Il battito di ciglia, invece, serve a dare i comandi, come aprire la rubrica o scegliere di far partire una chiamata.

Tuttavia, secondo i ricercatori la probabilità che il sistema riconosca il comando dato, anche in condizioni di buona visibilità e con l’utente fermo, è del 76 per cento. Scende al 60 se l’utente si sta muovendo.

Come riporta il MIT Review, l'eye tracking sembra essere la nuova frontiera del telefonino, “ma è ancora alta la probabilità di errore”.

L’ analisi dello sguardo interesserà dunque il campo medico, e non solo: la pubblicità, si sa, ha sempre il futuro in bocca.

Augusto Rubei

 

Pin It