Orologio GPS per bimbi: aiuterà i genitori a localizzarli in ogni momento

Orologio GPS bimbi

Un orologio Gps al polso dei bimbi per essere sempre localizzati. Ai genitori è richiesta, oltre all'attenzione, solo un'app per il proprio smartphone. Questo il progetto di Here O, che ha recentemente annunciato l'arrivo di questo nuovo dispositivo disegnato per i bambini dai 3 anni in su e che si connette automaticamente a un vettore locale in oltre 140 Paesi senza costi di roaming.

Il meccanismo con cui funziona l'orologio, che non è uno smartwatch vero e proprio, è concettualmente piuttosto semplice: il Gps integrato localizza istante per istante la posizione di chi lo indossa, in questo caso il bambino, e manda automaticamente un messaggio, attraverso l'app omonima Here O, allo smartphone, per segnalare eventuali spostamenti.

Potrebbero arrivare perciò messaggi allo smartphone del genitore che recitano, ad esempio: "Il bambino è arrivato a scuola", oppure "Il bambino sta uscendo dalla casa della nonna", chiaramente dopo aver impostato l'app con i nomi e i luoghi della famiglia e più frequentemente visitati dal bimbo.

L'applicazione permette inoltre agli utenti di effettuare chiamate, di ricevere indicazioni per raggiungere la posizione attuale del familiare e di visualizzare luoghi storici di ogni membro della famiglia. Consente poi ai genitori di creare barriere virtuali intorno a settori specifici, come casa, scuola o lavoro, e comunica quando un membro della famiglia arriva o lascia quel posto.

Orologio GPS bimbi1

Attualmente la ditta sta conducendo beta test su iPhone, Android e altri dispositivi. L'app dedicata sarà disponibile in particolare per iPhone su iTunes il 14 aprile, mentre per Android e Html 5 il 14 giugno. Sul sito dell'azienda è già possibile effettuare i preordini al costo di 72 euro con abbonamento di 6 mesi incluso e consegna il 15 luglio. L'orologio sarà invece disponibile nei negozi al dettaglio a fine settembre e costerà 108 euro con abbonamento di 3 mesi incluso.

Non è il primo dispositivo al mondo progettato per localizzare cose e persone, ovviamente, come ammette la stessa Here O, la quale però sostiene di essere la prima ad aver creato un oggetto pensato appositamente per i bambini, sia nel design che nelle dimensioni, e la prima ad aver congeniato un strumento di connessione end-to-end per tutti i membri della famiglia.