Le finestre solari trasparenti che produrranno elettricità

finestre solari

Finestre in grado di produrre elettricità grazie all'energia solare. Si deve ad uno studio di ricercatori della UCLA, la University of California Los Angeles, la creazione di particolari celle solari polimeriche (PSC) trasparenti da applicare alle finestre delle case e ad altri edifici per generare energia elettrica, pur consentendo alle persone che sono all'interno di vedere fuori.

Il team dell'Ucla ha realizzato un nuovo tipo di cella solare che produce energia assorbendo prevalentemente la luce ad infrarossi non la luce visibile. Tale materiale rende le cellule trasparenti quasi al 70% per l'occhio umano. I ricercatori sono riusciti a creare un dispositivo da una plastica fotoattiva che converte la luce infrarossa in corrente elettrica.

Le celle solari polimeriche hanno suscitato grande attenzione per via dei loro vantaggi rispetto alle concorrenti tecnologie delle attuali celle solari. Gli scienziati da tempo studiano le PSC e il loro potenziale per le celle solari del futuro. Diverse sono le applicazioni già disponibili, come quelle per i caricabatterie fotovoltaici dei dispositivi elettronici portatili.

Tuttavia, fino ad ora i numerosi tentativi di rendere quasi trasparente tale materiale non avevano raggiunto i risultati sperati. Ma il team di ricercatori della UCLA in collaborazione con i colleghi della Henry Samueli School of Engineering and Applied Science e del Dipartimento di Chimica e Biochimica è riuscito nell'impresa creando celle solari polimeriche trasparenti e ad alte prestazioni, attraverso un elettrodo fatto con un polimero sensibile alla luce infrarossa, utilizzando una pellicola formata da nanoparticelle di argento. Il tutto ad un costo contenuto.

Con questa combinazione, il 4% di efficienza di potenza-conversione è stato raggiunto. “Siamo entusiasti di questa nuova invenzione delle celle solari trasparenti, a cui abbiamo applicato i nostri recenti progressi sulle finestre trasparenti" ha dichiarato Paul S.Weiss.

"Questi risultati aprono la possibilità di avere celle solari polimeriche visibilmente trasparenti come add-on per altri dispositivi elettronici portatili, ma anche per le finestre intelligenti e il fotovoltaico integrato negli edifici", ha detto il capo dello studio Yang Yang, professore di ingegneria e scienza dei materiali della Ucla. "I nostri nuovi PSC sono realizzati in plastica e materiali sono leggeri e flessibili. Ancora più importante, possono essere prodotti in grossi volumi a basso costo."

Lo studio è stato pubblicato su ACS Nano.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca