Nextme

IBM: le 5 innovazioni che ci cambieranno la vita tra 5 anni

ibm_5

Come cambierà il nostro futuro entro i prossimi 5 anni. Ad ipotizzare cosa succederà è stata Ibm che ha analizzato le tendenze del mercato e ha tentato di fare una previsione quinquennale sulle innovazioni che nel giro di qualche anno potrebbero cambiarci la vita. Quello che oggi consideriamo fantascienza, presto potrebbe diventare realtà.

Secondo Ibm, infatti, le innovazioni che nei prossimi cinque anni investiranno il mondo della tecnologia cambieranno il nostro modo di lavorare, di vivere, di giocare, di pensare. Ecco come.

Energia: sarà l'uomo stesso a produrla.
Vi chiederete: E qual è la novità? Ma ciò che Ibm intende è che l'uomo con i suoi movimenti produrra grandi quantitativi di energia, razionalizzando anche quella prodotta diversamente. E allora perché non farlo sfruttando anche l'energia cinetica dell'acqua che scorre veloce attraverso le tubature? O ancora, perché non approfittare delle maree e del moto ondoso? Nel giro di cinque anni, quello che oggi è ancora un accenno di realtà, potrebbe diventare molto più comune. Per fortuna.

Sicurezza: non servirà più cambiare le password.
A parlare per noi saranno i nostri dati biometrici. Addio snervanti tentativi di ricordare una vecchia password, mai più rischi di essere spiati se qualcuno riesce ad entrare in possesso delle nostre chiavi d'accesso. Il futuro è nella biometria, che passerà per la scansione della retina o per quella della voce. Marchi inimitabili.

Lettura del pensiero: non sarà più fantascienza
Tra cinque anni o poco più, leggere il pensiero e comunicare telepaticamente non dovrebbe esser impossibile. Gli scienziati IBM sono attualmente alla ricerca di modi per collegare il cervello alle periferiche. Volete stampare una foto, un documento? Basta pensarlo e comunicarlo alla stampante. E se volete esagerare, pensate a qualcosa di buono da mangiare e ditelo in silenzio ad una delle speciali stampanti 3D. Inoltre, tra le possibilità connesse a tale impresa, vi sarebbe anche quella medica riguardante la riabilitazione fisica e la comprensione di disturbi cerebrali come l'autismo. Utile, ma addio privacy?

Mobile: Il digital divide cesserà di esistere
Entro i prossimi cinque anni, secondo Ibm, l'attuale divario tra paesi industrializzati e paesi in via di sviluppoo sarà impercettibile grazie al crescente uso della tecnologia mobile che garantisce più facilmente l'accesso alle informazioni essenziali. Anche grazie alla telepresenza. eDemocracy più vicina?

Analytics: la posta indesiderata si trasformerà in posta...prioritaria
Come? In un futuro non troppo lontanto, i nostri pc saranno in grado di mettere a nostra disposizione ciò che desideriamo. Attraverso lo sviluppo di nuove tecnologie che utilizzano analisi e sensemaking, nasceranno delle applicazioni in grado di fornirci solo le informazioni preferite. Combinando le proprie preferenze e il calendario, ad esempio, la tecnologia riuscirà a prenotare i biglietti per il concerto della nostra band preferita quando il calendario mostra che siamo liberi. Stessa cosa per i viaggi. Organizzare qualcosa non sarà più un problema. Ma lo vogliamo davvero?

Francesca Mancuso

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012

Top Desktop version