Cellule staminali: riportate per la prima volta allo stato embrionale in un corpo vivente

cellule riprogrammabili

Ricreate le prime staminali direttamente nel corpo di un essere vivente. Ha del rivoluzionario la tecnica applicata dai ricercatori dello Spanish National Cancer Research Centre (Cnio) ad un topo, le cui cellule adulte sono state riprogrammate per comportarsi come vere e proprie staminali embrionali, senza la necessità di rimuoverle dall'organismo e coltivarle in vitro.

Gli scienziati, in sostanza, hanno fatto regredire le cellule staminali al loro stadio embrionale in un topo vivo. I test iniziali suggeriscono che queste cellule sono in grado di assumere una più ampia varietà di identità rispetto a quelle generate con i metodi precedenti.

Per riprogrammare le cellule nei topi vivi, il team guidato da Manuel Serrano, ricercatore dello Spanish National Cancer Research Centre di Madrid, ha iniziato ad ottenere dei topi, usando tecniche di manipolazione genetica, in cui i quattro geni di Yamanaka potessero essere attivati a comando. Come? Attraverso un interruttore chimico, un antibiotico, la doxiciclina.

Hanno così scoperto che quando i geni erano tutti attivi, le cellule adulte degli animaletti potevano regredire allo stadio embrionale in vari tessuti. Ulteriori analisi delle cellule hanno mostrato che, rispetto alle staminali pluripotenti in vitro, la loro espressione genica era più vicina a quella osservata negli embrioni. E la prova era fornita dalla presenza di particolari cellule tumorali.

La scoperta potrebbe accelerare gli sforzi per sviluppare terapie rigenerative, evitando la necessità di esportare le cellule e farle crescere in vitro al di fuori del corpo, per poi re-impiantarle.

Secondo Serrano, adesso occorre trovare una fase intermedia in cui le cellule possano essere persuase ad assumere nuove identità senza produrre tumori. I ricercatori hanno bisogno di dimostrare che le cellule riprogrammate sono in grado di rigenerare tipi cellulari specifici in modo controllato.Abbiamo dimostrato la riprogrammazione”, ha detto Serrano. “Ora dobbiamo mostrare la rigenerazione.

Lo studio è stato pubblicato su Nature.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- La molecola di RNA che fa autoriparare il cuore

- Stampante 3D: le cellule staminali umane si produrranno cosi'

- Assaggiato il primo hamburger creato dalle staminali di una mucca

 

Pin It

Cerca