Ubo: l'app che aiuta a non sprecare il cibo

appubo

Quanto cibo gettiamo via, convinti che oltre la data di scadenza non sia buono? Ad eliminare ogni dubbio potrebbe essere un'app. È questa l'idea di “Ubo - Una Buona Occasione”, l'applicazione messa a punto dagli esperti dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, della Liguria e Valle d'Aosta.

Una soluzione utile per contrastare gli sprechi alimentari e in grado di suggerire come conservare al meglio i cibi, quali sono le porzioni raccomandate, come riutilizzare gli avanzi e gli scarti, come fare la lista della spesa ma anche quali alimenti scegliere in base alla stagionalità.

UBO sta per Una Buona Occasione e fa parte dell'iniziativa portata avanti dalle Regioni Piemonte e Valle d'Aosta nell’ambito della lotta agli sprechi alimentari intrapresa con finanziamenti del Ministero dello sviluppo economico.

Come fare dunque a conservare gli alimenti? E per quanto? Nell'app è presenta una lista formata da circa 500 alimenti, suddivisi in 12 categorie.

Dopo aver calcolato le porzioni raccomandate per ogni alimento, è possibile sapere le quantità da acquistare per evitare gli sprechi in maniera automatica.

ubo1

A quel punto si arriva alla lista della spesa, usando le porzioni già calcolate. È possibile anche inserire manualmente nell'app quello che si vuole acquistare.

ubo2

Cena finita? L'app interviene anche dopo. Se rimangono degli avanzi, per ciascun alimento UBO offtre una ricetta antispreco.

È possibile scaricare l'App gratuitamente da AppStore e Google Play.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Cibo sprecato addio, ora il pane durerà due mesi

Pin It

Cerca

ravenna2017 300x90