mCouple: ecco l'app per spiare il partner

mCouple-cop1

Paura di un tradimento? Arriva mCouple, l'app che consente ad una coppia di condividere e monitorare reciprocamente messaggi di testo (Sms), cronologia delle chiamate, contatti, messaggi di Facebook in tempo reale, e persino posizioni Gps. Un vero software spia della vita digitale. Sviluppata dalla società londinese mSpy, è l'evoluzione di un'app nata per aiutare i genitori a monitorare i figli.

L'invenzione sembra una risposta a Gleeden.com, il sito che si rivolge prevalentemente a incontri extraconiugali, e che nell'ottobre del 2012 ha creato anche una propria app, che per semplificare il tradimento, prevede anch'essa la possibilità di geolocalizzazione. All'epoca il sito contava già 1,4 milioni di iscritti. Numeri preoccupanti da un punto di vista etico, forse, ma molto interessanti per un nuovo business: lo spionaggio digitale di coppia.

"mCouple è un sistema di tracciamento mobile, che consente ai partner di condividere e monitorare reciprocamente i messaggi di testo (Sms), contatti, cronologia delle chiamate, posizioni Gps, messaggi di Facebook in tempo reale" si legge nella descrizione dell'app. Condivisione reciproca dunque, quando la fiducia di coppia, evidentemente, vacilla.

mCouple1  

Per quanto riguarda gli sms, il sistema consente ai dispositivi mobili di visualizzare quelli in entrata e quelli in uscita del proprio partner; così, analogamente, è possibile avere la cronologia di tutte le chiamate ricevute ed effettuate e le chat di Facebook. È possibile poi accedere ad ogni voce nella rubrica del dispositivo di destinazione, che può essere visualizzata tramite il proprio telefono.

mCouple2

Insomma proprio un sofisticato marchingegno per monitorare il proprio compagno: addio dunque a vecchi metodi come pedinamenti e detective privati. La vita digitale d'altronde è ormai, spesso, preponderante, e quindi molto indicativa della propria vita in generale. E se la fiducia non c'è più scattano i controlli.

Basteranno ad essere più sereni?

Roberta De Carolis

Foto: Google Play

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Gleeden: per il tradimento basta un'app

- Se tradisci il tuo partner la colpa è dei geni  

 

Pin It

Cerca