Turismo spaziale: nel 2017 due privati sulla Luna per 110 milioni di euro

turismo spaziale luna

Si torna sulla Luna. Questa volta non saranno solo gli astronauti di professione a poter mettere piede sul suolo lunare. Basterà sborsare circa 110 milioni di euro per realizzare il sogno. Entro il 2017, due milionari potranno farlo grazie all'iniziativa di Space Adventure, società privata da tempo impegnata nel turismo spaziale.

I due fortunati ricconi che si sono aggiudicati un bel viaggio di 17 giorni dalla Terra alla Luna sono rimasti anonimi. Ciò che è certo è che i due hanno versato l'acconto per il tour extraterrestre che li porterà nell'orbita lunare, dopo aver fatto sosta sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Il sogno nel cassetto di molti, che oggi potrà essere realizzato, potendo sostenerne le spese, ovvero 150 milioni di dollari. I due milionari però dovranno attendere visto che la navicella che li porterà nello spazio, la solita navetta russa Soyuz che oggi è l'unica rimasta da e per la Iss, dovrà essere adattata al viaggio. Insieme a loro, ci sarà un cosmonauta professionista.

Anche se sono ancora in molti a non credere all'allunaggio, ritenendo che si tratti di pura finzione, gli ultimi esseri umani a camminare sulla Luna furono Gene Cernan e Harrison Schmitt, che lasciarono la superficie del nostro satellite il 14 dicembre 1972, tornando sulla Terra a bordo della navicella spaziale Apollo 17. Cernan è stato l'ultimo uomo ad aver solcato il suolo lunare. Da allora, nessun essere umano si è più avvicinato alla luna, ma tutti sono rimasti nell'orbita terrestre.

Spiega Space Adventure, che i due turisti spaziali e il cosmonauta professionale arriveranno a 100 chilometri della superficie della Luna. “Chi sceglierà di partecipare a questa missione vedrà il lato oscuro della Luna illuminato, cosa impossibile dalla Terra visto che la Luna ci mostra sempre la stessa faccia. I viaggiatori potranno poi ammirare “l'incredibile spettacolo della Terra che sorge al di sopra della superficie della Luna”.

Di recente anche la Cina ha lanciato un programma di turismo spaziale con voli low cost, si fa per dire. Pagando 70mila euro per un biglietto. La Space Expedition Corp ha proposto un volo oltre l'atmosfera di 5 minuti. E intanto Virgin Galactic continua i test di prova delle sue SpaceShip.

Sarà solo questione di tempo. Poi il futuro del turismo sarà nello spazio.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

6 motivi per dedicarsi al turismo spaziale

Turismo spaziale: il 2014 sarà l'anno dei voli privati nello spazio?

Turismo spaziale: i 7 progetti che ci porteranno in orbita

Uomo su Marte: la Nasa sul pianeta rosso nel 2030

Uomo su Marte: le 5 cose da sapere sulla missione di Mars One prima di candidarsi

 

Pin It

Cerca