espressioni facciali

Le nostre emozioni? Sono solo quattro e tutte scolpite sul nostro viso. Gli esseri umani sono creature emotive il cui stato d'animo, di solito, può essere osservato attraverso le espressioni facciali. Una teoria comunemente tramandata, e proposta dal dottor Paul Ekman, ipotizzava che ci fossero sei emozioni di base. Queste sono universalmente riconosciute e facilmente interpretabili attraverso specifiche espressioni facciali, indipendentemente dalla lingua o dalla cultura. Queste sono la felicità, la tristezza, la paura, la rabbia, la sorpresa e, infine, il disgusto. Ma una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Current Biology dagli scienziati dell'Università di Glasgow ha contestato questo punto di vista ed ha suggerito che, al contrario, le emozioni siano solo quattro.

epicfacebook

Facebook, LinkedIn e le altre piattaforme di comunicazione tecnologica possono migliorare la nostra capacità di ampliare la cerchia degli amici più stretti? Sembra proprio di no: è la conclusione cui è giunto uno studio condotto con una collaborazione internazionale tra ricercatori dell'Aalto University ad Helsinki, l'Università di Oxford e l'Università di Chester e che è stato recentemente pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences.

bacio salute

Il bacio, un toccasana per la salute. Lo assicura Andréa Demirjian, che analizzato i benefici legati a questo gesto in un libro: “Kissing: Everything You Ever Wanted to Know about One of Life's Sweetest Pleasures”. Dal bacio tenero a quello più sensuale, questo gesto può aiutare a far passare il mal di testa e ad abbassare la pressione. Ma non solo.

 

ansia intelligenza

Le emozioni più comuni innescano forti sensazioni corporee. E le sensazioni provate sono una caratteristica importante delle nostre esperienze emotive, dal tipico dolore al petto di chi soffre d'ansia al calore di chi è innamorato. Una nuova ricerca dell'Università di Aalto ha creato una mappa che mostra il modo in cui il nostro corpo risponde alle emozioni.

computer amore

È il tema che affronta Spike Jonze nel suo nuovo film Her. Un uomo d'affari si innamora del suo computer. Ambientata in un futuro non troppo lontano, la storia d'amore è stranamente plausibile. Il protagonista, dopo un divorzio, si infatua del suo sistema operativo di intelligenza artificiale. I due come una coppia normale fanno sesso, litigano e vanno in vacanza. Piuttosto fuori dalla realtà, potreste pensare, tuttavia, le cyber-anime gemelle potrebbero essere potenziali “rivali in amore”. Ecco perché.

Pagina 6 di 24