Sexting, anche il sesso e' 2.0 e si fa su smartphone

sexting

Il sesso del futuro? Si chiama “sexting” ed è quello che in realtà gli adolescenti fanno già quando inviano e ricevono messaggi sessualmente espliciti. È quanto riporta un recente studio sulle abitudini sessuali dei giovani che, con ogni probabilità, sembrerebbero sessualmente più attivi.

Jeff Temple, il ricercatore principale dello studio e professore associato presso l'Università Medical Branch di Galveston, in Texas, ha affermato che esperti e medici non riescono più a decifrare cosa venga prima nell'attività sessuale adolescenziale, il sexting o il sesso reale.

Temple ha scoperto che, tra i 964 studenti texani delle scuole superiori, la maggioranza, ovvero quasi il 28 per cento, ha dichiarato di non aver mai inviato proprie immagini di nudo integrale tramite sms o e-mail. Rispetto ad altri ragazzi, chi praticava il sexting aveva anche un terzo in più di probabilità di essere sessualmente attivo un anno più tardi.

Secondo lo studioso, sulla scia di questi risultati, i genitori non dovrebbero spaventarsi e correre al riparo sequestrando gli smartphone dei propri figli. Temple, infatti, sostiene che questa pratica sia semplicemente un'abitudine al passo coi tempi della moderna attività sessuale degli adolescenti. Allo stesso modo, egli non crede neppure che togliere il telefono al proprio figlio gli impedisca di fare sesso. Invece di intraprendere azioni punitive contro i ragazzi che praticano il sexting, quindi, Temple suggerisce di parlare con loro e spiegare al contrario come avere un rapporto sano e reale.

Diversi sono gli studi già condotti in passato sulle abitudini sessuali degli adolescenti, molti dei quali vedono nella famiglia e nella sua educazione le radici di queste attività. Tuttavia, sono anche numerose le ricerche che affermano come gli adolescenti di oggi abbiano anche dichiarato di essere più responsabili in “materia di sesso”. I tassi di gravidanza, infatti, i giovani sono diminuiti drasticamente dal 1990 e un minor numero di adolescenti ammette di avere avuto più partner sessuali.

Insomma, che anche il sesso di oggi sia diventato 2.0?

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Sesso, dubbi tra le lenzuola? In aiuto un'app

- Sesso con i robot: una persona su 5 dice sì

Pin It

Cerca