Bambini: apprendimento piu' lento per colpa dei giochi sul tablet

bambini tablet

Tablet e smartphone rendono i bambini più intelligenti. Falso. Al contrario, giocare su smartphone e tablet fin dai primi anni di vita rallenta l'apprendimento della lingua, a prescindere che si tratti di un gioco educativo. È questo il risultato emerso da un'analisi condotta dai medici del Cohen Children Medical Center.

Giochini come Angry Birds e simili su tablet e telefonini, praticati fin dal primo anno di vita di un bambino, coincidono con una scarsa conoscenza della lingua.

Lo studio, che ha coinvolto 65 famiglie, ha suggerito che la maggior parte dei genitori credeva che i giochi fossero educativi e aiutassero lo sviluppo del bambino, ma i risultati hanno smentito mamme e papà. Mediamente, i bimbi iniziano a giocare sui touchscreen a soli 11 mesi e la maggior parte di essi li usa circa mezz'ora al giorno.

Dopo aver condotto alcuni test generalizzati sullo sviluppo su bambini fino a 3 anni, il team del Cohen Children Medical Center di New York non ha notato grosse differenze tra quelli che avevano praticato giochi educativi o quelli che invece avevano usato giochi non-educativi sui dispositivi touchscreen.

Tuttavia, questi ultimi, impegnati in giochi come Angry Birds o Fruit Ninja avevano ottenuto punteggi più bassi nei test che riguardavano sia la lingua orale e la comprensione del linguaggio sia la capacità di parlare.

Ruth Milanaik, a capo dello studio, ha spiegato: “Abbiamo osservato nella nostra clinica neonatale che il giocattolo numero uno che i genitori stanno dando ai loro bambini sono gli smartphone. È stato sorprendente vedere che i genitori li stanno sostituendo a libri e giocattoli”.

Le care vecchie abitudini erano dunque più stimolanti, almeno in quest'ambito. Ma il medico precisa: “La tecnologia non potrà mai sostituire l'interazione di un genitore con il proprio figlio. Parlare con il vostro bambino è il modo migliore per incoraggiare l'apprendimento”.

Caduti dalle nuvole? Lo studio ha suggerito che la maggior parte dei genitori crede che i giochi siano educativi e aiutino lo sviluppo del bambino. Ma i risultati parlano chiaro. E non stupiamoci visto che molto spesso i bambini usano il tablet prima di imparare a parlare.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Bambini: usano il tablet prima di imparare a parlare

Autismo: nuove possibilità di comunicazione grazie all'iPad

iPotty, dal Ces il vasino con tablet integrato

Pin It

Cerca