lavoro digitale

Lo chiamano digital job. È la 'nuova' frontiera del lavoro digitale, che la Commissione Europea vuole diffondere nel Vecchio Continente. Per questo, ieri, il presidente della Commissione José Manuel Barroso ha invitato le imprese europee del settore ma anche le amministrazioni pubbliche a creare una "grande coalizione" che possa incentivare l'occupazione del digital job per occupare i 900mila posti vacanti nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione che nasceranno in Europa da qui al 2015.

grafene cervello ue

Saranno due studi sul grafene e sul cervello umano a ricevere un miliardo di euro ciascuno per dieci anni, per saperne di più su quello che è ormai considerato il materiale del futuro e sui misteri ancora irrisolti della nostra materia grigia. La Commissione Europea ha annunciato ieri i vincitori del concorso all'interno del quadro delle Tecnologie emergenti e future (TEF).

scilipoti

E-cat. Sulla fusione fredda discute anche la politica, timidamente ma discute. Il 21 Dicembre, mentre molti pensavano alla fine del mondo, in Parlamento veniva presentata un'interrogazione parlamentare a risposta scritta, ad opera di Elisabetta Zamparutti, già firmataria di una precedente iniziativa simile. Tra i proponenti anche Domenico Scilipoti, fautore dichiarato delle reazioni nucleari a bassa energia.

Wcit II giorno

Wcit. A Dubai lo scontro sulla libertà del web è arrivato al secondo giorno, e i delegati sembrano voler rimarcare l'importanza dell'articolo 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, che sancisce libertà di espressione per tutti gli esseri umani. Ma i dubbi crescono e la discussione è quanto mai viva.

Wcit apertura

Wcit. Aperta a Dubai la conferenza mondiale sulle telecomunicazioni internazionali: sul rischio censura per il web discuteranno oltre mille e 950 rappresentanti, tra i quali il nostro Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera e la sua delegazione. La conferenza, che avverrà a porte chiuse e proseguirà per 11 giorni, è stata convocata dall'Unione Internazionale delle Telecomunicazioni (Uit) ed è presieduta da Mohamed Al Ghanim, direttore generale dell'Autorità di regolamentazione delle telecomunicazioni degli Emirati Arabi Uniti.

google take action

Garantire l'accesso libero al web. Sempre. Google insorge contro la possibile decisione dell'Uit (Unione internazionale delle telecomunicazioni) di porre dei limiti al web. Se ne discuterà il 3 dicembre prossimo, qundo i rappresentanti governativi sono chiamati a discutere sul nuovo trattato sulla regolamentazione di Internet nel corso di un incontro a porte chiuse . I timori di Google riguardano la censura. Per questo Big G ha deciso di muoversi dando il via ad una campagna di protesta via web, Take Action.

Ariane6

Si è chiuso ieri a Napoli il Consiglio Ministeriale Esa 2012. Il futuro delle missioni spaziali europee appare roseo, visto che i ministri dei 20 Stati membri dell'Esa e il Canada hanno predisposto lo stanziamento di 10 miliardi di euro per le attività spaziali per gli anni a venire.

Pagina 6 di 14