Smartphone e tablet in volo: nuove regole negli Usa

smartphone aerei usa

Presto sui voli americani, si potranno usare i dispositivi elettronici. Ok a smartphone, tablet, iPod e ebook readers, ma con alcune restrizioni. Ad annunciarlo in anteprima è stato il New York Times, che ha reso nota una decisione della Federal Aviation Administration, l'Ente americano per l'aviazione civile.

La Faa starebbe dunque mettendo mano ad un nuovo corpus di regole da seguire a bordo degli aerei per far fronte alla notevole diffusione dei gadget elettronici e alle nuove esigenze dei viaggiatori.

Spiega il NYT che questa settimana, un gruppo consultivo della Faa si riunirà per completare le nuove norme che renderanno meno restrittivo l'uso dei dispositivi elettronici in volo. Le nuove linee guida permetteranno la lettura di libri o altre pubblicazioni, su tablet e ebook reader, l'ascolto di podcast, l'apertura di video.

Ma non tutto sarà lecito. Rimarrà comunque valido il divieto di inviare e ricevere e -mail e messaggi di testo o l'utilizzo della Wi-Fi durante il decollo e l'atterraggio, ma anche fare telefonate durante il volo.

Il cambiamento in arrivo rappresenta comunque una pietra miliare culturale dell'era digitale, “il momento in cui viaggi di massa e comunicazione di massa finalmente si incontrano”, dice il NYT.

Da tempo le compagnie aeree e le autorità si chiedevano se davvero i telefoni cellulari, non sempre spenti durante i voli, interferissero con gli strumenti della cabina di guida. Nonostante i divieti, infatti, sono molti i passeggeri che dimenticano di spegnere i dispositivi elettronici. Anche per evitare tali disagi, le compagnie aeree stanno espandendo l'uso di sistemi wireless a bordo, offrendo servizi TV in diretta, film in streaming o musica direttamente dai dispositivi dei passeggeri. Ma cambiare la politica di sicurezza aerea è un processo lento. Per molti passeggeri, il divieto è stato una fonte di frustrazione.

Ad essere valutata però non sarà soltanto l'eventuale interferenza dei gadget con gli strumenti di bordo, ma anche la sicurezza in senso fisico. Cosa accadrebbe, ad esempio, se durante una turbolenza i computer portatili e i tablet cadessero, colpendo inavvertitamente gli altri passeggeri?

Francesca Mancuso

Foto: AbcNews

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Virgin Atlantic dà il via libera alle telefonate in volo

- Iss: per la prima volta anche un cellulare

Pin It

Cerca