Fabiola Gianotti: al fisico italiano la direzione del Cern dal 2016

fabiola gianotti

Sarà Fabiola Gianotti il prossimo direttore generale del Cern di Ginevra. A dirigere il più importante centro di fisica delle particelle del mondo sarà dunque un'italiana. La stessa che circa due anni fa, a luglio del 2012, era riuscita a scoprire il Bosone di Higgs. Sarà la prima donna a ricoprire la carica di direttore generale del Cern.

La “particella di Dio”, com'è stata soprannominata è stata a lungo cercata fino a due anni fa, quando la dott. Gianotti è riuscita a dimostrarne l'esistenza. Per determinare se il bosone di Higgs era davvero quello del Modello Standard, le collaborazioni Atlas e Cms hanno misurato con precisione la velocità con cui i bosoni decadono in altre particelle e hanno poi confrontato i risultati con le previsioni. Fabiola Gianotti è stata a capo dell'esperimento Atlas da marzo 2009 a febbraio 2013, per il periodo in cui gli esperimenti LHC ATLAS e CMS hanno annunciato la tanto attesa scoperta.

Dopo il premio Nobel al fisico che per la prima volta lo aveva teorizzato, il Bosone ha regalato anche la prestigiosa carica alla dott. Gianotti, la cui nomina sarà formalizzata nella sessione di dicembre del Consiglio, mentre il suo mandato avrà inizio il 1° gennaio 2016 per i successivi cinque anni.

Siamo rimasti estremamente colpiti da tutti e tre i candidati proposti dal comitato di ricercaha detto il presidente Agnieszka Zalewska. “È stata la visione del dottor Gianotti per il futuro del CERN come laboratorio acceleratore leader a livello mondiale, insieme con alla sua profonda conoscenza sia del CERN che del campo della fisica delle particelle sperimentali che ci hanno portato a questo risultato”.

È un grande onore e una responsabilità per me quella di essere scelta come il prossimo direttore generale del CERN” ha detto la dott. Gianotti. "Il CERN è un centro di eccellenza scientifica, e una fonte di orgoglio e di ispirazione per i fisici di tutto il mondo. È anche una culla per la tecnologia e l'innovazione, una fonte di conoscenza e di educazione, e un brillante esempio concreto di cooperazione scientifica a livello mondiale e la pace. È la combinazione di queste quattro attività che rende il CERN così unico”:

Francesca Mancuso

Foto: Cern

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Cern: la particella di Fabiola Gianotti è davvero il Bosone di Higgs

Bosone di Higgs: tra i premiati anche due italiani

 

Pin It

Cerca