iTunes: Bruce Willis contro Apple per il suo testamento musicale?

itunes

I brani acquistati e scaricati da iTunes sono effettivamente nostri? Bruce Willis ne è convinto e avrebbe deciso di lasciare in eredità alle proprie figlie la sua vasta collezione di musica scaricata da iTunes. Peccato però che Apple non sia d'accordo visto che secondo Cupertino, scaricare brani da iTunes non significa 'possederli'. In sostanza, si paga solo la licenza per ascoltare le canzoni, ma non si tratta di un acquisto vero e proprio. La storia è una bufala?

Forse, ma solleva un problema. Il celebre attore di Armageddon e Die hard non potrebbe lasciare alcuna eredità digitale alle tre figlie, Rumer, Scout e Tallulah. Da qui le voci sulla presunta causa intentata da Willis ad Apple. Gossip o realtà? Secondo quanto si legge su DailyMail, l'eroe hollywoodiano starebbe valutando di avviare la sua ultima battaglia legale contro il colosso di Apple. Ma la moglie avrebbe smentito la notizia via Twitter.

"Un sacco di persone rimarranno sorprese quando scopriranno che tutte le tracce e libri che hanno acquistato nel corso degli anni in realtà non appartengono a loro," ha detto l'avvocato Chris Walton. "È naturale che si vorrebbe di trasmetterli ad una persona cara".

Quale sarà la mossa di Apple? Diamo per buono che Willis stia considerando di avviare azioni legali in cinque stati degli Stati Uniti per offrire alla gente maggiori diritti per condividere la musica che ha acquistato. Se così fosse e se ci riuscisse, sarebbero riscritte le regole della distribuzione musicale digitale, almeno di quella gestita da Apple. E a beneficiarne non sarebbe solo Bruce Willis e la sua famiglia ma anche i milioni di utenti che hanno acquistato le canzoni dall'iTunes Store di Apple.

Eroico anche nella vita reale...

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca