Google e domotica: le telecamere ci spiano anche in casa conDropcam

Google Dropcam

Google sposa definitivamente la domotica acquisendo Dropcam, compagnia con sede a San Francisco produttrice di dispositivi per il monitoraggio della casa. Anche se il prezzo non è stato ancora confermato, si parla di 555 milioni di dollari. Così, dopo l’acquisto di Nest, Mountain View conferma di voler diventare il nostro occhio vigile domestico, puntando a qualificarsi come riferimento per la casa intelligente.

I termini dell’accordo sono stati riportati dal Wall Street Journal, che spiega come le trattative economiche siano state portate avanti ufficialmente proprio da Nest. Oggetto della negoziazione sarebbero le speciali fotocamere Wi-Fi di Dropcam, che consentono il controllo remoto della casa con il proprio smartphone, dal quale vengono visualizzate le immagini e i video acquisiti.

I prodotti potrebbero essere venduti ad un prezzo che varia tra i 150 e i 200 dollari, mentre con 99 dollari in più all’anno ci si può registrare a un servizio cloud che raccoglie le informazioni (immagini, registrazioni) e consente di inviare notifiche di allerta in caso di problemi. Le apparecchiature sono dotate di zoom, modalità di visione notturna, microfono e altoparlante.

Google Dropcam1

Come sempre però, è la privacy a creare perplessità. Chi gestirà queste informazioni? Come saranno trattate? I dati raccolti potrebbero essere veramente ghiotti, perché da immagini, video e tutto quello che succede in casa si possono ricavare agevolmente informazioni sulle abitudini degli utenti e quindi indirizzare modelli di marketing “sito-specifiche”.

“I dati non saranno condivisi con chiunque (compreso Google) senza l’autorizzazione del clienteassicura però NestIn base al nostro modello di business gli spot pubblicitari non fanno parte della nostra strategia. Con l’acquisizione di Dropcam, applicheremo lo stesso criterio anche a loro”. Le nostre riprese resteranno dunque private. Ma non abbiamo notizie sui tempi di mantenimento sul server.

D’altronde anche Apple sta lavorando ad un progetto simile. Vicini dunque a mille occhi puntati su di noi?

Roberta De Carolis

Foto: Dropcam

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Google e Nest: insieme per la casa intelligente

- Casa intelligente: le pareti saranno a LED

- Se la casa del futuro è 'intelligente'   

- Frigo intelligenti e lavatrice connessa: ecco come sarà la casa del futuro

Pin It

Cerca