Google: Project Loon e i palloni a 'banda larga'

google internet

Portare internet dove oggi non c'è, in quei posti del mondo dove il costo di una connessione supera addirittura quello del reddito pro capite. Per questo Google sta pensando di dare il proprio contributo contro il digital divide attraverso il Project Loon, una nuova tecnologia sperimentale che porterà la rete attraverso dei palloni aerostatici.

Una mongolfiera, anzi, una rete di mongolfiere che potrebbe coprire il pianeta fornendo l'accesso ad internet ai territori sorvolati, spinta dai venti stratosferici. Già di recente l'idea di Google era trapelata, anche se ancora non vi era nulla di ufficiale.

Ma sul suo blog, Mountain View ha annunciato le proprie intenzioni: “Abbiamo costruito un sistema che utilizza palloni portati dal vento ad altitudini due volte più elevate degli aerei commerciali, per consentire l'accesso ad Internet dalla terra ad una velocità simile a quella delle odierne reti 3G o ancora maggiore” spiega Google. “Ci auguriamo che i palloni possano diventare una opzione per il collegamento di zone rurali, remote e scarsamente servite, e per aiutare con le comunicazioni dopo le catastrofi naturali. L'idea può sembrare un po' folle, e questo è parte del motivo per cui la stiamo chiamando Project Loon ma c'è una solida base di scienza dietro”.

Si comincia dalla Nuova Zelanda, dove la scorsa settimana è stato avviato un programma pilota nella zona di Canterbury con 50 tester che stanno cercando di connettersi tramite i palloni.

Il prossimo passo sarà quello di trovare dei partner per avviare la nuova fase del progetto e allargarlo ad altre aree del pianeta con un solo obiettivo: far sì che un giorno non troppo lontano ogni angolo del pianeta possa avere una connessione internet.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Il Wi-fi made in Google in Africa e Asia

Pin It

Cerca