Ishin-Den-Shin: quando il suono passa attraverso le mani

ishin

Sviluppare un singolare incrocio tra i sensi, rendendo possibile il sentire con l'aiuto delle mani. Fantascienza? No. È la realtà di un nuovo progetto che Olivier Bau, Ivan Poupyrev e Yuri Suzuki, della Disney Research hanno ideato e messo a punto, denominandolo Ishin-Den-Shin (un'espressione giapponese per comunicare attraverso una reciproca comprensione non verbale).

Cerchiamo di capire come funziona questa innovativa forma di comunicazione: il sistema permette di parlare in un microfono, inviare il suono come elettricità attraverso il proprio corpo, toccare con il dito l'orecchio di un'altra persona, consentendole di sentire attraverso il tocco.

Sfruttando la presenza dell'elettricità è anche possibile la presenza nel processo comunicativo di un terzo individuo, che si collochi a metà tra il mittente ed il destinatario del suono. Un meccanismo molto complesso all'apparenza, ma il processo fisico che è alla base, in realtà, è piuttosto semplice: si tratta di utilizzare il corpo umano come altoparlante elettrostatico, per cui il dito fornisce l'impulso elettrico e l'orecchio svolge la funzione di diaframma che converte quell'impulso in suono.

udito

È proprio questa semplicità di fondo che ha fatto sì che la realizzazione del progetto si completasse in poche settimane, anche grazie all'impiego di materiali e conoscenze derivanti da altri progetti elaborati dalla Disney Research che ha creato vari prodotti dello stesso genere facendo passare la corrente attraverso il corpo umano. Tra questi l'i-Pad che sa riconoscere il suo utilizzatore, oppure oggetti muti che vengono dotati di un nuovo livello di interazione con i loro utilizzatori, comunicando con loro. "Ciò si è sviluppato come una divertente, libera esplorazione della tecnologia, dell'intimità e della comunicazione. È qualcosa di più di un progetto d'arte: non ci saremmo mai aspettai che sarebbe divenuta una cosa tanto seria", ha commentato Poupyrev. In effetti il successo ottenuto da Ishin-Den-Shin, che ha ricevuto un premio all'ARS Electronica PRIX, ha colto di sorpresa la stessa Disney Research, dal momento che molte altre invenzioni sembravano, a prima vista, più facilmente commerciabili. Ed invece disegnatori ed artisti impegnati nel settore dei media hanno iniziato a chiedere applicazioni alla Disney. "E così stiamo lavorando a queste, ma arriveranno in un secondo momento" ha riferito Poupyrev.

Indipendentemente da quelle che saranno le future possibili applicazioni di Ishin-Den-Shin, il suo principio di base di aprire nuovi sentieri di comunicazione tra i gesti umani già esistenti e di connetterci alla tecnologia attraverso i nostri stessi corpi, senza vincoli, piuttosto che attraverso gli schermi, è incredibilmente seducente. Si tratta di una nuova frontiera della comunicazione, una svolta che sancisce un ritorno all'umano, anche se non più in forma immediata e spontanea, ma attraverso uno studio attento all'interazione tra innovazione tecnologica e risorse proprie della persona.

Francesca Di Giorgio

Pin It

Cerca