Patrimonio astronomico: l'Unesco lancia il sito web

stonehenge-mwss-cropped

Anche il cielo è diventato Patrimonio dell'Unesco. Le bellezze ed il patrimonio astronomico che si sono accumulati dall'antichità ad oggi adesso saranno conservati nel Portal to the Heritage of Astronomy, dove sono raccolte le immagini delle creazioni che l'uomo di volta in volta ha realizzato per stabilire un contatto tra la Terra e il cielo, dagli Assiro-Babilonesi agli Egiziani.

Creato dall’Unesco e dall’International Astronomical Union, col patrocinio del World Heritage Center, il portale consente di viaggiare tra i continenti per guardare da vicino gli spettacolari monumenti che l'uomo ha costruito in base alle conoscenze astronomiche acquisite nelle varie epoche.

Dalle piramidi d'Egitto che rispecchierebbero lo schema della cintura di Orione al complesso di Stonehenge (le cui pietre hanno un particolare allineamento con un significato connesso ai punti di solstizio ed equinozio, al punto da essere considerate un antico osservatorio astronomico) fino al Pantheon di Roma, con il suo occhio che fa entrare i raggi solari funzionando da meridiana.

Questo e molto altro sarà conservato sul Portal to the Heritage of Astronomy, suddiviso in quattro categorie: Monumenti e siti, Strumenti e artefatti, Conoscenze e idee, Paesaggi e cieli.

Ma cosa si intende per patrimonio astronomico? Si tratta di tutte le prove che testimoniano la pratica dell'astronomia, i suoi usi sociali le rappresentazioni. Come sappiamo, esiste sotto forma di resti tangibili come monumenti, siti archeologici e paesaggi che hanno un collegamento diretto al cielo. Può coinvolgere anche gli oggetti mobili come strumenti e archivi immateriale della conoscenza, tra cui le conoscenze indigene ancora conservate nel mondo di oggi.

Un altro esempio? Il centro metallurgico pre-colombiano di Viña del Cerro in Cile, che fornisce un eccellente esempio di astronomia in un più ampio contesto, integrato allo sfruttamento delle risorse, ai luoghi sacri, al calendario e al paesaggio.

Particolare attenzione va rivolta anche ai siti che presentano un importante insieme di attributi di valore, di cui l'astronomia è semplicemente una componente tra le altre. Un ottimo esempio in questo senso è la Torre Einstein a Potsdam, in Germania, costruita nel 1920, che combina eccellenti qualità scientifiche e architettoniche.

Una categoria importante del patrimonio astronomico riguarda l'applicazione di tecniche astronomiche e tecnologie ad altre scienze. Ne è un esempio l'arco geodetico di Struve.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca