Chasing Ufos: oggi invia un tweet agli alieni

chasing-ufos

Si chiama Chasing Ufos e sarà la sola ed unica occasione per comunicare o, come si direbbe in gergo moderno, per twittare con gli alieni. Appuntamento dunque per oggi 29 giugno. Da mezzanotte fino alle 7 del mattino di domani, chiunque potrà mandare il proprio tweet a tutti gli extraterrestri eventualmente rintracciabili.

Promotore della stravagante e alquanto bizzarra iniziativa è il National Geographic che ha organizzato il tweet collettivo grazie al radiotelescopio di Arecibo. Il meccanismo funzionerà in questo modo: i messaggi verranno raccolti e inviati in un unico testo. Per aderire al tweet collettivo occorrerà contrassegnare il proprio messaggio con l'hashtag #ChasingUFOs.

Ma l'evento non è stato organizzato in un giorno qualsiasi. Il 15 agosto ricorrerà l'anniversario di una data molto speciale, ossia quella che ricorda il primo impulso radio della durata di ben 72 secondi proveniente dalla Costellazione del Sagittario. Il segnale era più forte almeno 30 volte quello del rumore di fondo. Ancor oggi tale impulso non è stato completamente spiegato. Lo strano rumore è noto come “segnale WOW”. Questo passò alla storia come un appunto preso da Jerry R. Ehman il 15 agosto 1977.

Si racconta che Ehman, mentre era al lavoro al progetto SETI con il radiotelescopio Big Ear dell'Università dell'Ohio, avesse scritto accanto ad una sequenza di numeri, appunto, “WOW”. La sequenza evidenziata indicava un segnale alieno. L'unico, ancor oggi, ad esser stato individuato e mai decodificato. La straordinarietà dell'accaduto stava anche nel fatto che tale impulso possedeva alcune caratteristiche che erano state “previste” da due ricercatori vent'anni prima.

Giuseppe Cocconi e Philip Morrison, questo il nome dei due scienziati, calcolarono il valore di 1420 Mhz come corrispondente al valore dell'idrogeno, l'elemento più comune nell'universo. Da un punto di vista comunicativo, quel messaggio universale per antonomasia era quello che qualunque essere umano potesse concepire, insieme all'alfa e all'omega. In 35 anni nessuno è stato in grado di replicare a tale messaggio, proprio per una mancanza di decifrazione. Si è comunque deciso di inviare una possibile risposta nella stessa direzione del segnale WOW.

Stiamo lavorando con il telescopio di Arecibo per capire il modo migliore di codificare i messaggi, molto probabilmente saranno tradotti in un codice binario”, spiega Kristin Montalbano, la portavoce del National Geographic. I messaggi raccolti verranno tradotti e inviati dal telescopio portoricano il 15 agosto, ossia il giorno dell'anniversario.

E voi cosa avete da dire a ET?

Federica Vitale

Pin It

Cerca