stelle_nuova_classe

Le scoperte astronomiche sono in genere frutto dell’osservazione di posti inesplorati, ma qualche volta derivano semplicemente dall’analisi di dati già esistenti attraverso strumenti nuovi, capaci di estendere i limiti di quelli usati in precedenza.

cartilagine

La rigenerazione della cartilagine non è più un sogno: la notizia arriva dall’ Institute for BioNanotechnology in Medicine (Northwestern University, Chicago, USA), dove un gruppo di ricercatori ha messo a punto un sistema basato su molecole chiamate Peptidi Anfifilici (PA), in grado di stimolare la crescita della cartilagine se iniettate nell’articolazione danneggiata, e questo senza l’impiego di costosi fattori di crescita.

pannelli_solari

Avevano lanciato un nuovo progetto lo scorso anno: il 'World Community Grid'. L'obiettivo era costruire celle solari più efficienti e a costi ridotti. Il via era stato dato dal colosso mondiale dell'informatica, l' IBM, e da alcuni ricercatori della Harvard University, che in una nota congiunta, avevano definito l'iniziativa "un passo rivoluzionario che utilizzerà la potenza dei computer inattivi, per creare grandi riserve di nuova energia pulita".

mars_express

La luna di Marte è ancora più vicina. Phobos, uno dei due satelliti del pianeta rosso, il più grande per l'esattezza, ma con un diametro di soli 22 chilometri (17 miglia). L'altro satellite è Deimos. Ad aver ripreso questa piccola “luna marziana” è stata una sonda europea, che ha compiuto il giro più vicino che mai sia stato fatto attorno a Phobos.

universita_cambridge

Fino ad oggi credevamo che il codice genetico fosse un codice immutabile di cui avevamo scoperto l’unica soluzione, la tripletta. Oggi, grazie a Jason Chin e i suoi colleghi dell’Università di Cambridge (UK), sappiamo che esso può essere letto diversamente, come fosse un problema con più soluzioni: i ricercatori hanno modificato il meccanismo di funzionamento delle cellule inducendole a leggere il codice a quadripletta.

terra_inclinata

Il devastante terremoto che ha colpito il Cile lo scorso sabato avrebbe cambiato la rotazione della Terra e accorciato la lunghezza del giorno di 1,26 microsecondi (un milionesimo di un secondo). A rivelarlo è stato uno scienziato della Nasa, che lunedì ha reso noto l'esito di uno studio condotto presso il Jet Propulsion Laboratory di Pasadena.

borexino

Qual'è la causa profonda di terremoti ed eruzioni vulcaniche? Gli studiosi dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) del Laboratorio del Gran Sasso hanno ricevuto un "messaggio" dal centro della Terra: il cuore del nostro pianeta è caldo, anzi rovente. un cuore caldo.

collage

Se esiste ancora una frontiera inesplorata sulla Terra, è di certo il mare. Negli ultimi dieci anni l’esplorazione dei fondali marini ha riservato spesso sorprese inaspettate, per esempio ci ha permesso di individuare e osservare un gran numero di specie animali e vegetali mai viste prima.

Pagina 419 di 425

Cerca