Plutone e la luna potrebbero diventare pianeti: rivoluzione nel sistema solare

Plutone

Plutone potrebbe tornare a essere un pianeta. Gli scienziati della Nasa hanno proposto una nuova definizione all'interno della quale rientrerebbe anche l'ultimo corpo celeste del nostro sistema solare.

Scoperto e classificato come pianeta all’inizio nel 1930, Plutone venne retrocesso a nano-pianeta nel 2006, quando l'astronomo Mike Brown del California Institute of Technology (Caltech) propose una riscrittura della definizione dei pianeti.

Sembrava infatti che ci fossero molti altri corpi simili al di là dell’ottavo pianeta (Nettuno), tutti considerati troppo miseri per essere definiti tali.

Successivamente, Owen Gingerich di Harvard, che presiede il comitato per la definizione dei pianeti all’interno dell’Unione Astronomica Internazionale (Uai), aveva cercato di ridargli la dignità di pianeta spiegando che “pianeta è una parola culturalmente definita che cambia nel corso del tempo”, e che Plutone lo era.

LEGGI anche: Plutone: pianeta sì, pianeta no. Ora gli scienziati danno l’ok

Adesso arriva una nuova conferma. Gli scienziati della Nasa infatti hanno pubblicato un manifesto che propone una nuova definizione di pianeta, e se lo si adotterà, permetterà di aggiungere più di 100 nuovi pianeti nel nostro sistema solare, tra cui Plutone e la nostra stessa Luna.

Si tratta di un cambiamento senza precedenti e il team spera di far approvare il requisito secondo cui i corpi cosmici nel nostro Sistema Solare non debbano più essere in orbita intorno al Sole per essere considerati pianeti. Si dovrebbero invece categorizzare in base alle loro proprietà fisiche intrinseche, non alle loro interazioni con le stelle.

LEGGI anche: Plutone: le 10 affascinanti curiosità sul pianeta 'Cenerentola'

"In linea con la classificazione scientifica e l'intuizione della tradizione, proponiamo una definizione geofisica di' pianeta 'che metta in risalto soprattutto le proprietà fisiche intrinseche del corpo e poi le sue proprietà orbitali estrinseche”, spiegano i ricercatori.

Il team è guidato da Alan Stern, sperimentatore principale della missione New Horizons della Nasa, che nel 2015 ha ottenuto il primo fly-by in assoluto di Plutone.

LEGGI anche: L'uomo sfiora Plutone: la sonda New Horizons giunta a destinazione

Che sia la volta buona per lo sfortunato corpo celeste?

Francesca Mancuso

Foto cover

Pin It
Tags: ,

Cerca