Acqua salata su Marte: la storica conferma della Nasa

acquaNasaMarte

Marte, c'è acqua sulla sua superficie. E non stiamo parlando della sua presenza passata. La Nasa, dopo aver tenuto il mondo col fiato sospeso, ha annunciato che il pianeta rosso presenta ancora oggi acqua salata.

Una scoperta che in realtà suona più come una conferma visto che da tempo gli scienziati ipotizzavano la possibilità di trovare acqua liquida su Marte. Usando lo spettrometro del dispositivo MRO, i ricercatori hanno rilevato le firme di minerali idrati sui pendii che formavano strisce misteriose sul Pianeta Rosso.

Queste striature si scuriscono e sembrano scorrere giù da pendii ripidi durante le stagioni calde, per poi svanire nelle stagioni più fredde. Esse appaiono in diverse zone di Marte quando le temperature sono al di sopra di -23° Celsius per poi scomparire.

“Il nostro lavoro su Marte è stato quello di 'seguire l'acqua,' nella nostra ricerca di vita nell'universo, e ora abbiamo la prova convincente che convalida quello che abbiamo a lungo sospettato,” ha detto John Grunsfeld della Nasa. “Questo è uno sviluppo significativo, in quanto sembra confermare che l'acqua - seppur salata - fluisca oggi sulla superficie di Marte”.

Questi flussi in discesa spesso sono stati associati alla presenza di acqua allo stato liquido. Sapevamo già che Marte presenta acqua ghiacciata nelle calotte polari, nel sottosuolo e in minima parte anche nell'atmosfera come vapore. Ma le prove della presenza di acqua sulla superficie non erano altrettanto certe.

I nuovi risultati mostrano invece la presenza di perclorati in corrispondenza di queste scure strisce. Essi avrebbero abbassato il punto di congelamento permettendo all'acqua di rimanere allo stato liquido nonostante le rigide temperature. Più o meno quello che accade quando nevica e si getta il sale per far sciogliere rapidamente il ghiaccio.

Ma da dove arriva l'acqua? Secondo la Nasa è probabile che si trovi nel sottosuolo.

“La rilevazione di sali idrati su questi pendii sta a significare che l'acqua svolge un ruolo fondamentale nella formazione di queste strisce,” ha detto Lujendra Ojha del Georgia Institute of Technology di Atlanta che ha preso parte alla ricerca.

Sulla Terra, i perclorati naturalmente prodotti sono concentrati nei deserti e alcuni possono essere utilizzati come propellente per razzi.

Anche Google ha celebrato la scoperta con un doodle:

doodle marte

Per Ojha, le nuove scoperte sono la prova definitiva che le linee misteriose trovate cinque anni fa sui pendii di Marte siano legate alla presenza di acqua.

“Quando si parla di acqua su Marte, di solito ci si riferisce ad acqua antica o ghiacciata. Ora sappiamo che c'è di più. Questa è la prima rilevazione spettrale che supporta in modo inequivocabile le nostre ipotesi”.

“Ci sono volute più navicelle spaziali nell'arco di diversi anni per risolvere questo mistero e ora sappiamo che c'è acqua liquida sulla superficie di questo pianeta deserto e freddo”, ha detto Michael Meyer, scienziato di punta del Mars Exploration Program della Nasa. “Sembra che più studiamo Marte, più impariamo che la vita potrebbe esistere e che ci sono le risorse per la vita in futuro.”

Francesca Mancuso

Foto: Nasa

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Acqua salata su Marte? La Nasa tiene tutti col fiato sospeso. A breve l'annuncio

Acqua su Marte: quelle scie scure rilevate sui crateri

Dalla Nasa nuova conferma: 'Invieremo l'uomo su Marte nel 2030'

Pin It

Cerca

ravenna2017 300x90