Kepler-452b: il pianeta gemello della Terra con le condizioni adatte alla vita

kepler452b

È uno dei pianeti più simili alla Terra mai scoperti. Si chiama Kepler-452b e orbita attorno a una stella paragonabile al sole, Kepler-452. A scoprirlo è stata la missione Kepler della Nasa. L'Agenzia spaziale americana ieri ha lasciato il mondo col fiato sospeso, con un tweet che annunciava importanti rivelazioni.

Un vero e proprio spot, che ha accresciuto l'attesa degli appassionati. Kepler-452b è il più piccolo pianeta finora scoperto in orbita nella zona abitabile, quella in cui ci sono le condizioni per l'acqua allo stato liquido. La conferma di Kepler-452b porta il numero totale dei pianeti scoperti a 1.030.

Questa scoperta e l'introduzione di altri 11 nuovi piccoli pianeti nella zona abitabile segnano un'altra pietra miliare nel cammino per trovare un altra “Terra”.

Kepler-452b è più grande della Terra, la sua orbita è di 385 giorni è solo il 5 per cento più lunga. Inoltre, il pianeta si trova il 5 per cento più lontano dalla sua stella e ha 6 miliardi di anni, 1,5 miliardi in più rispetto al nostro sole. Quest'ultimo è il 20 percento più luminoso del sole e ha un diametro del 10 per cento più grande. Il sistema Kepler-452 si trova a 1.400 anni luce di distanza, nella costellazione del Cigno.

 

kepler452b2

“L'esploratore Kepler ha scoperto un pianeta e una stella che assomigliano molto alla Terra e il nostro Sole”, ha dichiarato John Grunsfeld, amministratore associato del Science Mission Directorate della Nasa del quartier generale dell'agenzia a Washington. “Questo risultato entusiasmante ci porta un passo più vicini a trovare una Terra 2.0.”

kepler452b1

Kepler-452b ha un diametro del 60% più grande del nostro ed è considerato una Super-Terra. Mentre la sua massa e la composizione non sono ancora stati determinati con precisione, le ricerche precedenti suggeriscono che i pianeti delle dimensioni di Kepler-452b abbiano una buona probabilità di essere rocciosi.

“Possiamo pensare a Kepler-452b come un vecchio cugino più grande della Terra, offrendo l'opportunità di capire e riflettere su un ambiente in continua evoluzione”, ha detto Jon Jenkins, dell'Ames Research Center della Nasa.

Secondo gli scienziati, il pianeta potrebbe avere le condizioni adatte alla vita. Ciò non significa che troveremo creature aliene nel giro di qualche giorno. La vita, così come noi la conosciamo, potrebbe esserci già stata.

Su questo, nessuna certezza.

Francesca Mancuso

Foto: Nasa

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Esopianeti: Spitzer scopre una nuova Terra aliena

Il telescopio Kepler scopre altre Terre adatte alla vita

Esopianeti, Kepler-186F: scoperto il cugino della Terra

Kepler 10c: il pianeta gigante che somiglia alla Terra

Pin It

Cerca