Cielo di agosto: trionfano le meteore Perseidi, quest'anno più belle che mai

cielo agosto 2018 perseidi assenza luna

Cielo di agosto, cielo di stelle cadenti. Per le meteore l'ottavo mese dell'anno è il più atteso (oltre che per le caldi notti d'estate), per via delle celeberrime Perseidi, che quest'anno ci stupiranno ancora di più. Complice l’assenza della Luna, attendiamo infatti una pioggia di stelle cadenti con frequenza anche di 60-100 all’ora. Prepariamo tanti desideri per le notti più romantiche dell’anno.

Tradizionalmente associate alla notte di San Lorenzo, il 10 agosto, le Perseidi sono ormai da diversi anni più frequenti l’11 o anche il 12 del mese (pur essendo attive dal 24 luglio al 17 agosto). Per questo 2018, in particolare, il picco è atteso proprio la notte del 12.

E quest’anno, proprio in quei giorni, il nostro satellite vivrà il minimo di luminosità (l’11 agosto completamente assente dal cielo boreale). Una coincidenza rara, che ci fa sperare in uno spettacolo irripetibile (almeno fino alla prossima assenza di Luna negli stessi giorni).

Pur essendo l'evento più atteso, comunque, non solo Perseidi. Ecco tutti gli spettacoli che ci aspettano in cielo.

Pianeti

Grande protagonista ancora Marte. Dopo averci regalato il 27 luglio la spettacolare opposizione attesa dal 2003 e il passaggio super ravvicinato proprio la scorsa notte 31 luglio, resta comunque l'unico pianeta del Sistema Solare visibile ad occhio nudo per tutta la notte. Ad occhio nudo perchè in realtà gli farà compagnia anche Nettuno, nonchè Plutone che però necessitano di telecopio per la loro osservazione.

Nella prima parte della notte sarà invece osservabile ancora Venere, anche se il tempo tenderà a ridursi, anticipando l'orario del tramonto. Più o meno lo stesso percorso osserverà Giove, che però a fine mese scomparirà dall'orizzonte già intorno alle 22.30. E dopo Venere e Giove, sorgerà anche Saturno, anche lui però sempre meno visibile con l'avanzare dei giorni di agosto.

Nella seconda parte della notte possiamo invece individuare Urano, nella costellazione dell’Ariete, avvicinandosi nel corso del mese al limite della costellazione dei Pesci. Poco prima dell'alba potremmo anche avere la fortuna di vedere anche Mercurio, ma solo nella seconda metà del mese, sopratutto tra il 26 e il 28 agosto, quando il pianeta raggiungerà il massimo di anticipo sul sorgere del sole.

Congiunzioni

Protagonista assoluta la Luna, che farò un vero e proprio "tour del Sistema Solare" incontrando quasi tutti i pianeti che orbitano attorno al Sole.

Si inizia la sera del 14 agosto con la falce di Luna crescente che si avvicina a Venere nella costellazione della Vergine , per poi proseguire il 17 con Giove nella costellazione della Bilancia, il 21 con Saturno nella costellazione del Sagittario e il 23 con Marte, al limite tra le costellazioni del Sagittario e del Capricorno.

luna mar 23ago18 h21.00

Nella mappa il cielo del 23 agosto alle 21 circa, con uno spettacolare Marte che anche ad agosto darà spettacolo.

Meteore

Forse inutile ripeterlo: agosto significa Perseidi, significa notte di San Lorenzo, ma magari meglio anche qualche sera dopo. E quest'anno lo sciame più atteso dell'anno sarà anche più spettacolare, perchè la Luna sarà del tutto o quasi assente dal cielo. Quale occasione migliore?

Le notti tra il 10 e il 12 agosto attendiamo quindi una pioggia di stelle cadenti con frequenza anche di 60-100 all’ora (più di una al minuto), con picco atteso quest'anno il 12 del mese (pur essendo lo sciame attivo dal 24 luglio al 17 agosto), quando, con i pizzico di fortuna, potremmo aspettarci anche una frequenza fino a 120 meteore all'ora (due al minuto). E quest’anno, proprio in quei giorni, il nostro satellite vivrà il minimo di luminosità (l’11 agosto completamente assente dal cielo boreale). Nella mappa il cielo del 12 agosto, alle 21 circa.

perseidi 12ago18 h21.00

Forse di fronte alle lacrime di San Lorenzo tutto appare "minore", ma comunque durante quasi tutto agosto un certo numero di meteore sarà osservabile dai numerosi radianti attivi nella regione dell’Aquario. Nella prima parte del mese, infatti, potremmo avere la fortuna di ammirare anche le Delta Aquaridi (max 9 agosto) e le Aquilidi (max 10/11 agosto), correnti a volte un po' "dimenticate" ma che possono generare anche discreto effetto luminoso.

Naso all'insù, occhi puntati verso il cielo e tanti desideri da esprimere!

Roberta De Carolis

Pin It

Cerca