Il cielo di febbraio: dall’eclissi penombrale di Luna all’allineamento Marte-Urano

Eclissi di Luna

Il cielo di febbraio promette di dare spettacolo e di regalarci qualche particolare osservazione, dall’eclissi penombrale di Luna prevista per la notte tra il 10 e l'11 del mese, alla congiunzione Marte-Urano, fenomeno piuttosto raro.

Un’eclissi lunare penombrale si verifica quando la Luna transita solo per la penombra della Terra, senza essere oscurata dall’ombra. Il fenomeno si mostra meno appariscente dell’eclisse vera e propria, nella quale un parte di Luna “scompare”, ma può essere molto suggestivo notare un abbassamento di luminosità, come se il satellite fosse “velato”.

Ma non solo eclisse. Ecco una panoramica degli altri eventi più significativi.

Pianeti

Tra i pianeti, è Giove il protagonista. Il gigante del Sistema Solare, infatti, sarà visibile per gran parte della notte in tutto il mese, e lo si vedrà sorgere già prima della mezzanotte, a Est, vicino alla stella Spica, la più luminosa della costellazione della Vergine.

Anche Venere, comunque, potrebbe darci qualche soddisfazione: il pianeta, che a gennaio tramontava 4 ore dopo il Sole, a febbraio scenderà repentinamente verso l’orizzonte occidentale, perdendo circa un’ora di osservabilità. Ma comunque a fine mese il pianeta tramonterà quasi 3 ore dopo il Sole, rimanendo osservabile nella costellazione dei Pesci nel corso delle prime ore dalle sera.

Più o meno nella stessa fascia oraria e nella stessa zona dello Zodiaco sarà osservabile anche Marte, che all’inizio del mese sarà “inseguito” dal pianeta più luminoso, fino a quando, nella seconda metà di febbraio, il Pianeta Rosso proseguirà verso l’Ariete, lasciando Venere nei Pesci.

Con un po’ di fortuna sarà possibile scorgere Saturno a Sud-Est nella parte finale della notte, fino a che le luci dell’alba non avranno la meglio. Come osserva l’UAI, inoltre, dopo una lunga permanenza nella costellazione dell’Ofiuco (che durava dall’1 dicembre 2015), il 24 febbraio Saturno fa il suo ingresso nel Sagittario.

Congiunzioni

Il mese si apre subito con l’affascinante congiunzione tripla Luna - Marte - Venere : la sera dell’1 febbraio, infatti, i tre pianeti saranno allineati con falce di Luna crescente. L’osservazione sarà possibile poco dopo il tramonto, puntando lo sguardo verso la costellazione dei Pesci.

A seguire una congiunzione sempre meritevole di sguardi, la Luna – Pleiadi, la notte tra il 4 e il 5 febbraio con il nostro satellite al Primo Quarto che punta ad attraversare la costellazione del Toro. A seguire un altro fenomeno degno di nota, nella notte fra il il 15 e il 16 del mese, quando potremo osservare la Luna poco oltre Giove e la stella Spica, a formare un suggestivo triangolo.

Ma la regina sarà sicuramente la congiunzione Marte – Urano, prevista per il 27 del mese. Purtroppo il  momento culminante non sarà visibile dall’Italia, ma il fenomeno sarà interessante da seguire nei giorni che lo precedono, dal 23 in poi fino al 27 sera. I due pianeti saranno in realtà abbastanza bassi sull’orizzonte, ma appena subito dopo il tramonto, con un buon telescopio, sarà possibile l’osservazione.

cielo febbraio17 1

Meteore

In un mese dell’anno in genere poco favorevole alle meteore, questo febbraio 2017 vedrà l’apparizione delle delta Leonidi (max 23 febbraio), che si dipartono da un radiante in prossimità del centro della costellazione, e quella delle sigma Leonidi (max 25 febbraio), che sembrano invece irradiarsi dalla coda del Leone. Entrambe le correnti non sono molto luminose, ma molto belle e poco veloci.

Nella prima settimana del mese, inoltre, data la mancanza del disturbo lunare, avremo nella seconda parte della notte una favorevole occasione per studiare tra il 4 e il 6 febbraio le xi Bootidi (radiante a est di Arturo) e confermare tra il 5 e il 7 le lambda Erculidi.

Comete

Regina di febbraio è la cometa 45P/Honda-Mrkos-Pajdusakova. Infatti nelle prime ore del mattino ad inizio mese sarà osservabile con un binocolo nella costellazione dell’Aquila. Nel corso del mese si allontanerà dalla Terra con un moto apparente nel cielo molto veloce, visibile anche nelle ore serali dopo le 22 nella costellazione del Leone, con una luminosità anche maggiore.

Con un po’ di fortuna potremmo anche scorgere la cometa C/2015 V2 Johnson nella costellazione di Ercole.

Pronti con occhi e telescopio?

Roberta De Carolis

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Il cielo di febbraio: allineamento tra 5 pianeti, meteore e comete

- Il cielo di febbraio: ancora Lovejoy ma anche congiunzioni e stelle cadenti  

Pin It

Cerca