Meteore, comete e allineamenti: cosa osservare nel cielo di luglio

cielo notturno 2013

Luglio è uno dei mesi migliori per osservare il cielo. Merito del clima, che in questo secondo mese d'estate garantisce numerose notti serene e prive di nuvole. Fatta eccezione per il periodo prima e dopo il plenilunio, il 12 luglio, il resto del mese sarà possibile osservare numerosi eventi celesti.

A partire dall'allineamento tra la Luna e Marte, che avrà luogo il 5 e il 6. Il nostro satellite, al primo quarto, si “avvicinerà” al pianeta rosso e a Spica, la stella più luminosa della costellazione della Vergine. Due giorno dopo toccherà a Saturno fare un giretto a due passi dalla Luna. I due corpi infatti sembreranno ancora più vicini, col pianeta con gli anelli che sovrasta il nostro satellite. Altro appuntamento sarà quello con Venere, il 24 luglio, quando poco prima dell'alba, il pianeta sarà affiancato dalla sottile falce di Luna.

Compagno indiscusso di tutte le sere d'estate sarà invece il Triangolo estivo, formato dalle stelle Vega, Deneb e Altair. I tre astri saranno ben visibili allo Zenit per tutto il periodo estivo.

triangolo 2014

Meteore. E passiamo alle stelle cadenti. L'estate è uno dei momenti migliori per andare a caccia di meteore. Spiega l'Uai che le regioni di cielo più attive saranno quelle del Sagittario, dell'Aquila, del Capricorno e dell'Aquario. Tra gli sciami degni di nota le beta Capricornidi (max 11/12 luglio) o le alfa Capricornidi a fine mese, con meteore talvolta lente e brillanti, che nella maggior parte dei casi si frammentano con una spettacolare esplosione finale.

Spettacolo offerto anche dalle costellazioni di Dragone, Aquila e Cigno, con le gamma Draconidi che avranno il loro picco tra il 7 e l'8 luglio e le omicron Dracondi, tra il 18 e il 19 luglio. Toccherà poi alle alfa Cignidi (max 20/21 luglio). Infine, la chiusura in bellezza del mese si avrà con lo sciame più importante, quello delle delta Aquaridi. Tra il 28 e il 29 luglio sarà possibile osservare un buon numero di meteore.

Comete. In arrivo due comete, la C/2014 E2 Jacques, che si sta avvicinando sempre di più al sole e la C/2013 UQ4 Catalina. Basterà un comune binocolo per osservarle. Dopo il passaggio al perielio, la prima potrà tornare ad essere visibile attorno al 12-13 di luglio, prendendo come punto di riferimento Venere. Per quanto riguarda invece la C/2013 UQ4 Catalina, essa dovrebbe raggiungere la distanza minima dal sole il 5 luglio. Qualche giorno dopo, il 10, raggiungerà la minima distanza dalla Terra (46 milioni di chilometri circa). Da allora sarà possibile osservarla.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Triangolo estivo: torna l'appuntamento con Vega, Deneb e Altair

Cielo di luglio: torna il triangolo estivo insieme alle stelle cadenti

Pin It

Cerca