Che ci fa la Monna Lisa sulla Luna?

Monna-Lisa

La Monna Lisa di Leonardo vola sulla Luna. Nell'ambito della prima prova di comunicazione laser con un satellite in orbita attorno alla luna, gli scienziati della Nasa hanno inviato un'immagine del celebre dipinto di Leonardo al Lunar Reconnaissance Orbiter.

L'immagine iconica ha viaggiato quasi 240 mila miglia in forma digitale dal Next Generation Satellite Laser Ranging (NGSLR) del Nasa Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland. Trasmettendo l'immagine su impulsi laser che vengono regolarmente inviati per monitorare la posizione del satellite LOLA, il team ha ottenuto una comunicazione simultanea laser e il monitoraggio.

Questa è la prima volta che qualcuno ha realizzato una comunicazione unidirezionale laser a distanze planetarie", ha detto il ricercatore principale David Smith, del Massachusetts Institute of Technology. "Nel prossimo futuro, questo tipo di comunicazione laser semplice potrebbe servire come backup per le comunicazioni radio che utilizzano i satelliti. In un futuro più lontano, potrebbe consentire la comunicazione a velocità di trasmissione superiore a quella dei ponti radio”.

L'LRO è l'unico satellite in orbita intorno ad un corpo diverso dalla Terra a tenere traccia dei laser.

monnalisa luna1

Poiché LRO è già impostato per ricevere segnali laser attraverso lo strumento LOLA, abbiamo avuto un'occasione unica per dimostrare la comunicazione a senso unico laser con un satellite lontano", ha proseguito Xiaoli Sun, altro scienziato del Nasa.

Per trasmettere l'immagine, Sun e colleghi l'hanno suddivisa in una matrice di 152x200 pixel. Ogni pixel è stato convertito in una tonalità di grigio, rappresentato da un numero compreso tra zero e 4.095. stato poi trasmesso da un impulso laser durante una finestra di tempo breve assegnata per il tracciamento laser. L'immagine completa è stata trasmessa ad una velocità di circa 300 bit al secondo. Gli impulsi laser sono stati ricevuti dallo strumento LOLA LRO, che l'ha poi ricostruita in base ai tempi di arrivo degli impulsi laser dalla Terra. Ciò è stato realizzato senza interferire con il compito primario di LOLA, ossia la mappatura della luna.

Il successo della trasmissione laser è stato verificato quando il satellite ha restituito l'immagine utilizzando il sistema di telemetria radio della navicella. Oltre al fascino della missione in sé, legato all'invio del misterioso dipinto di Leonardo, ciò aprirà la strada a nuove forme di comunicazione durante le prossime missioni sulla Luna.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- Monna Lisa: forse ritrovati i resti a Firenze

Pin It

Cerca