Supernova: le esplosioni più spettacolari sono nelle galassie nane

galex

Perchè le esplosioni più potenti di supernove hanno luogo più spesso all'interno delle galassie nane? La risposta a questo interrogativo è fornita da uno studio svolto da Don Neill, del California Institute of Technology, grazie ai dati forniti dal telescopio spaziale Galex (Galaxy Evolution Explorer).

Come sappiamo, le supernovae sono esplosioni che avvengono quando una stella 'muore', cioè quando giunge al termine della propria evoluzione. Dopodichè cessa di brillare. Le osservazioni effettuate da Galex hanno permesso però di scoprire che la loro incidenza è piuttosto elevata nelle galassie nane, di dimensioni 1000 volte inferiori rispetto alla Via Lattea.

Proprio per le dimensioni ridotte ci si aspetta che all'interno di tali galassie ci siano meno stelle e anche più piccole, correlate ad una minore quantità di esplosioni del tipo supernova. Invece, è esattamente al contrario. Dentro le grandi galassie, le stelle massicce al momento dell'esplosione hanno una massa decisamente ridotta. Invece, nelle galassie nane le stelle massicce continuano a restare tali per tutto il tempo della loro evoluzione, fino ad esplodere in maniera violenta e spettacolare.

È un po’ come trovare un lottatore di sumo alla guida di una Smart” chiosa Neill sul sito dell'Inaf, ironizzando sulla stranezza del fenomeno. Secondo lo studioso, la mancata perdita di massa delle stelle presenti nelle galassie nane potrebbe dipendere dalla giovane età degli stessi sistemi stellari che le ospitano.

Gli esiti della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista The Astrophysical Journal.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca