L'ansia fobica invecchia le donne

ansia donne

L'ansia fa invecchiare prima le donne. Lo ha scoperto uno studio condotto presso il Brigham and Women's Hospital di Boston. In particolare, l'ansia fobica può portare ad un più rapido invecchiamento biologico e ai problemi di salute ad esso connessi nelle donne di mezza età e in quelle anziane.

La psichiatra Olivia Okereke, coautore della ricerca insieme ai colleghi, ha esaminato specificamente i telomeri, la parte terminale dei cromosomi che conservano le informazioni genetiche e proteggono il materiale genetico dai danneggiamenti. L'accorciamento dei telomeri è connesso all'avanzare dell'età.

Gli scienziati si sono chiesti perché lo stress ci fa invecchiare più rapidamente e hanno esaminato i campioni di sangue di 5.234 donne di età compresa tra i 42 e i 69 anni. Alle partecipanti è stato chiesto inoltre di rispondere ai questionari relativi ad eventuali forme di ansia fobica.

Dai dati è emerso che le donne che avevano i più alti livelli di ansia fobica avevano marcatori biologici propri delle signore di sei anni più grandi. Alla base dell'accorciamento dei telomeri vi era l'esposizione allo stress ossidativo. La riduzione delle loro dimensioni aumentano il rischio di contrarre malattie cardiache, il cancro e la demenza senile.

I nuovi risultati dimostrano "una connessione tra una comune forma di stress psicologico, ansia fobica e un meccanismo plausibile per l'invecchiamento precoce", ha detto Okreke. La studiosa tuttavia ha sottolineato che lo studio non ha effettuato dei test atti a verificare se l'ansia causava l'accorciamento dei telomeri e ha precisato che "anche se la letteratura è in una fase iniziale, vi è la plausibilità biologica di sostenere i rapporti tra l'ansia e i telomeri più corti, in particolare attraverso lo stress ossidativo e l'infiammazione".

Lo studio è stato pubblicato su PLoS ONE.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca