pannelli fotov

Una sorta di social network per condividere energia rinnovabile. Nasce Solar Share, il primo impianto nazionale per la condivisione "a distanza" dell'energia solare. 13 regioni italiane e 121 famiglie coinvolte in un progetto che praticamente rende disponibile l'energia pulita generata dai pannelli solari anche a coloro che non possono istallare un impianto fotovoltaico sul proprio tetto.

E-cat bufala vendita

Fusione fredda: l’E-cat di Andrea Rossi diventa anche oggetto di frodi. Qualche giorno fa è apparsa sul sito di crowdfunding Indiegogo una raccolta fondi per la messa in vendita dei dispositivi. Cosa realmente incredibile, soprattutto perché l’inventore italiano ha sempre dichiarato un tempo previsto per l’E-cat domestico pari a qualche anno. Notizia talmente incredibile da essere falsa. E prontamente smentita da Rossi.

pannellistampati

Fotovoltaico in casa? Proprio così: le case del futuro potranno avere delle pareti ricoperte da pannelli solari organici e riciclabili, che, a differenza di quelli a base di silicio, saranno molto più flessibili.

Batterie litio

Batterie del futuro: John Goodenough, classe 1923, l'uomo che alla fine degli anni '70 contribuì a realizzare il primo prototipo di batterie agli ioni di litio all'Università di Oxford, oggi si è messo in testa di inventare un nuovo tipo di super batteria, che potrebbe cambiare il modo in cui usiamo l'elettricità.

albero vento2

Come otterremo l'energia in futuro? Dagli alberi, è la risposta di Jérôme Michaud-Larivière, l'inventore dell'Arbre à Vent. Ma non si tratta realmente di una pianta, anche se vi si è ispirato. È in realtà un sistema di turbine eoliche capace di produrre elettricità anche con una leggera brezza. E a breve farà la sua comparsa a Parigi dal 12 marzo fino al 12 maggio.

­­­­­­­

Hot E-cat test 1

I riflettori sulla fusione fredda, e in particolare sull’E-cat, potrebbero tornare accesi dopo i risultati dei test delle terze parti indipendenti, a causa di alcune dichiarazioni del suo inventore Andrea Rossi, secondo cui non sarebbe da escludere, anche a breve, una versione a batteria del suo dispositivo, ma soprattutto perché alcuni noti licenziatari della tecnologia, tra cui Aldo Proia, hanno chiuso i loro siti, interrompendo i rapporti commerciali.

Pagina 3 di 37

Cerca