papiro vesuvio

Alcuni papiri carbonizzati dall'eruzione del Vesuvio che distrusse Pompei sono stati letti per la prima volta grazie alla tecnologia X-ray. La storia, in questo modo, si è aperta agli occhi degli scienziati, che hanno avuto modo di decifrare le antiche pergamene, rimaste avvolte su loro stesse duemila anni fa.

Sospeso

Fallo antico1

Ha 28 mila anni il più antico sex toy mai trovato, un fallo non vivente probabilmente utilizzato a scopo erotico. Eh sì, perché anche gli antichi usavano gli oggetti per giochi sessuali, e non solo come simboli fallici per augurare fertilità. Questo e molti altri esempi di intrattenimento sessuale sono oggetto della mostra Wellcome Collection dell’Istituto di Sessuologia di Londra, in corso dal 20 novembre 2014 al 20 settembre 2015.

cappadocia

Un team di archeologi ha scoperto in Cappadocia, in Turchia, un'altra enorme città sotterranea che si articola grazie ad almeno 7 chilometri di gallerie e chiese nascoste risalenti a 5 mila anni fa.

calendario germania

È stato scoperto nel 1999 e potrebbe essere una delle prime mappe del cielo disegnate dall'uomo. Si chiama Sky Calendar e, probabilmente, cadenzava le stagioni per gli antichi agricoltori. L'antico calendario ha la forma di disco e si pensa abbia 3.600 anni. E oggi ha suscitato un enorme sconcerto tra gli astronomi.

stonehenge valledaosta

Una Stonehenge italiana quella che si trova in Valle d'Aosta. Si chiama Saint-Martin-de-Corléans ed è un'area megalitica risalente al 2840 a.C., ovvero a quando un gruppo di sacerdoti astronomi orientali giunse tra le montagne valdostane per osservare il cielo.

blocco gigante

Scoperto il più antico blocco di pietra di cava calcarea al mondo. Un ritrovamento avvenuto nel corso dell'estate scorsa e ad opera del Dipartimento Orientale dell'Istituto Archeologico tedesco, che ha guidato gli scavi nella cava di Baalbek Heliopolis, in Libano.

Marijuana storia

Quando e dove è nata la cannabis? A spiegarlo è una nuova ricerca che descrive come l'uso della marijuana sia nato migliaia di anni fa in Asia. E come, da allora, si sia diffusa in diverse regioni del mondo, fino a raggiungere le Americhe.

Giza

Erano bianche. Osservandole oggi sembra incredibile ma le piramidi di Giza apparivano così 4 mila anni fa. Senza i segni legati al tempo e causati dall'inquinamento e dallo smog tipici dei giorni nostri. Esse apparirebbero nella magnifica monumentalità con la quale furono pensate. È questo l'obiettivo di un breve documentario girato dall'egittologa Jacquelyn Williamson, dell'Harvard University, su Smithsonian Channel.

Pagina 3 di 27

Cerca