Pesci: i primi animali a muovere i primi passi sulla Terra

pesce_preistoria

I primi esseri a camminare sulla Terra, ancor prima degli animali terrestri, potrebbero essere stati alcuni pesci. Tali esseri, che vissero in Africa, secondo un team di scienziati dell'Università di Chigaco potrebbero aiutare a riscrivere la storia del percorso evolutivo della vita sulla Terra, partendo dalle specie acquatiche.

L'ipotesi avanzata dagli esperti americani si è basata sull'osservazione di un particolare pesce africano, il Protopterus annectens, per certi aspetti simile all'anguilla ma fornito di quattro sottili estremità utilizzate per muoversi. Dopo aver filmato gli spostamenti dell'animale e analizzando i suoi movimenti, gli studiosi hanno notato che il Protopterus si spostava attraverso le due estremità posteriori non solo per sollevare il corpo dal fondale ma anche per spingere il proprio peso in avanti.

Allo stesso modo, il suo antenato, anch'esso un pesce polmonato (Dipnoi), potrebbe essere stato il primo a “camminare”. Entrambe le abilità, fino ad oggi, erano considerate originarie dei primi tetrapodi terrestri. Tale scoperta, dunque, assegnerebbe tale primato ai pesci.

L'osservazione rimescola l'ordine degli eventi evolutivi che portarono alla terrestrialità, ossia all'adattamento a vivere sulla terraferma. Inoltre le tracce fossili, a lungo ritenute opera dei primi tetrapodi, potrebbero invece essere strate prodotte dalle pinne lobate dei pesci africani.

pesce_preist

"In un certo numero di queste camminate, gli animali alternano le loro membra, e ciò ha suggerito che tali movimenti possono essere effettuati esclusivamente da tetrapodi camminando su un substrato solido" ha spiegato in una nota Melina Hale, professore associato di Biologia e Anatomia dell'Università di Chicago. "Abbiamo scoperto che gli animali acquatici con morfologie fondamentalmente diverse e che non sono tetrapodi, potrebbero potenzialmente avere modelli pista di deambulazione molto simili".

La scoperta suggerisce che molte delle evoluzioni necessarie per il passaggio dall'acqua alla terraferma potrebbero essere avvenute molto prima primi dei tetrapodi e i primi animali avrebbero letteralmente mosso i primi passi dai fondali marini e lacustri. Gli antenati dei pesci polmonati dalle pinne lobate potrebbero essersi evoluti grazie a tale sistema di “propulsione” degli arti posteriori e alla loro capacità di camminare sul substrato del fondo di un lago o di una palude, milioni di anni prima dell'arrivo di animali terrestri dotati di arti.

La ricerca è stata pubblicata il 12 dicembre scorso nell'edizione online della rivista Proceedings of National Academy of Sciences.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca