La malaria fatale a Tutankhamon

tutankhamon

La morte del faraone Tutankhamon potrebbe non essere più un mistero. Secondo uno studio portato avanti da Zahi Hawass, del Consiglio superiore per le Antichità del Cairo, e pubblicato sulla rivista JAMA, il Journal of the American Medical Association, il decesso del faraone più noto d'Egitto sembra sia stato provocato dalla malaria, insieme ad alcune anormalità nella sua struttura ossea.

Le leggende sulla morte di Tutankhamon potrebbero quindi concludersi qui. Addio omicidio, avvelenamento, maledizioni, uno scompenso ormonale, frattura al femore, setticemia e malattie ereditarie. Il faraone sarebbe morto di malaria.

Ma sarà vero? Va ricordato che le difficoltà nel comprendere le cause della sua morte sarebbero legate ai metodi "violenti" utilizzati dallo scopritore della sua tomba, Carter, che per tirarlo fuori dal suo sarcofago usò martello e scalpello, rompendo le ossa. Non solo. Per sciogliere lo strato di catrame che riempiva il sarcofago e circondava il corpo lo espose ad una temperatura di circa 650°C. Quanto bastava per calcinare le ossa, come lo stesso studioso ha rivelato nella nella relazione di scavo (fonte: Wikipedia).

A spiegare la scoperta è stato lo stesso coordinatore, Hawass: "La maggior parte delle diagnosi sono ipotesi formulate sulla base dell'osservazione e dell'interpretazione di reperti artistici e non sulla base della valutazione dei resti mummificati del re", Grazie ad una serie di ricerche antropologiche, radiologiche e genetiche svolte con lo scopo di determinare i rapporti familiari fra 11 mummie del Nuovo Regno con le conseguenti patologie ereditarie, i ricercatori, coordinati da Hawass sono giunti a questa conclusione: "Sono diverse le patologie diagnosticate, ma nessuna di esse da sola avrebbe provocato la morte. I test genetici sul parassita della malaria, sono stati positivi in quattro mummie, compresa quella di Tutankhamon". E precisano:."Questi risultati suggeriscono che una necrosi ossea avascolare - legata ad un insufficiente afflusso sanguigno al tessuto osseo - in concomitanza dell'infezione malarica sia stata la più probabile causa di morte del faraone".

A suffragare la loro ipotesi vi sarebbe anche il fatto che all'interno della tomba del faraone sarebbero stati trovati dei bastoni e una quantità numerosa di farmaci.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca