12 strani segni visti da Google Earth

pentagram

Il nostro pianeta non finisce di stupisce. E nemmeno Google Earth che, con il suo occhio sempre attento e vigile, continua a catturare scorci della Terra dal sapore insolito. Da un capo all'altro dei continenti, infatti, strani luoghi giacciono spesso nascosti all'occhio umano. Eppure, se scovati, sono sorprendentemente belli. Ecco quelli più strani scelti da Livescience.

Isola fantasma

Si deve ad un gruppo di ricercatori il merito di aver scovato, nel 2012, un'isola misteriosa e nascosta, grande come Manhattan. Si chiama Sandy Island e si trova vicino alla Nuova Caledonia. Rilevata da Google Earth, con grande stupore degli scienziati che vi si recarono nel 2012, non trovarono altro che oceano. Il mistero dell'isola fantasma è un errore?

Lago di sangue

A prima vista, sembra un lago di sangue. Si trova in Iraq, a Sadr City e, se volete dargli uno sguardo, basta usare le coordinate 33.396157 ° N, 44.486926°. Al momento, non è nota alcuna spiegazione ufficiale sul colore così intenso e particolare.

L'isola nel lago

l'isola più grande del mondo all'interno di un lago. Si trova in Canada, esattamente a 69,793°N, 108,241°W. La particolarità è che è ospitata da un lago che, a sua volta, si trova su un'altra isola, che ingloba una serie di altri laghi. A quanto pare, nessun essere umano è mai approdato in questo avamposto così selvaggio.

Cimitero degli aerei

noto come il cimitero degli aerei. È il Davis Monthan Air Force Base di Tucson, in Arizona. Qui, i velivoli militari americani trovano la loro ultima dimora. Soprannominato "The Boneyard" (coordinate 32 08'59 .96"N, 110 50'09 .03"W) è chiuso al pubblico. Tuttavia, è grazie a Google Earth che anche noi possiamo sbirciare all'interno di questo inconsueto cimitero di lamiera, spesso utilizzato per girare alcuni importanti video.

La parola più lunga?

Hamad bin Hamdan Al Nahyan è un miliardario, sceicco e membro della famiglia regnante di Abu Dhabi. Il suo nome è stato scolpito sulla superficie sabbiosa di Futaisi Island, un'isola che possiede, nel Golfo Persico. Le lettere sono state scolpite in modo tale da resistere alle piogge che, altrimenti, laverebbero via la creazione incisa sulla superficie sabbiosa. E, ultima curiosità, le lettere che compongono la parola sono visibili dallo spazio.

Elefanti

Se volete assistere anche voi alla corsa selvaggia degli elefanti, sintonizzatevi sulle coordinate 10.903497 N, 19,93229 E. Alcune immagini ad alta definizione ci mostrano un gruppo di pachidermi in corsa in Ciad.

Deserto del Gobi

Sempre a Google Earth si deve l'aver scovato nel Deserto del Gobi cinese una serie di misteriose strutture. Secondo gli esperti, si tratta di una base militare segreta. Queste strutture, dunque, potrebbero essere utilizzate per ospitare armi, satelliti spia ed altra strumentazione radar. La caratteristica più elaborata consiste in una rete intricata di linee perfettamente rette che si intrecciano per circa 33 chilometri.

Pubblicità KFC

Se siete golosi del pollo fritto del Kentucky Fried Chicken, sappiate che il suo logo campeggia in una zona remota del Nevada. In inglese si definisce "mapvertising" l'arte di fare pubblicità su ampi spazi. Il logo più grande spetta al marchio Coca-Cola e può essere individuato su una collina in Cile. Le coordinate del KFC sono 37,646163°N, 115,750819°W.

Nave naufragata

la SS Jassim, un cargo traghetto boliviano. Si arenò e affondò sul Reef Wingate, al largo delle coste del Sudan nel 2003. una delle più grandi navi affondate visibili su Google Earth e si trova a 19° 38'46.00"N, 37° 17'42.00"E.

Labbra socchiuse

Somigliano a delle labbra socchiuse, ma in realtà sono una formazione collinare situata in Gharb Darfur, in Sudan. Disponibile alle coordinate 12° 22'13.32"N, 23° 19'20.18"E.

Aussie Ufo?

un triangolo puntellato di luci nel bel mezzo di un campo. Appena scoperto, gli ufologi lo definirono subito “triangolo Ufo”. Per chi è più scettico, invece, si tratterebbe semplicemente di un'antenna di una fattoria e, probabilmente, riceve e trasmette i segnali di controllo.

Pentagramma

Nelle steppe dell'Asia centrale, in un posto sperduto del Kazakistan, è comparso questo enorme pentagramma che misura circa 366 metri di diametro. È tutto inciso sulla superficie terrestre ed ogni punta è circondata da un cerchio. Per molti, questo luogo sarebbe collegato al culto del diavolo o sarebbe opera di qualche setta religiosa. Ma da terra, la struttura è semplicemente un parco a forma di stella, che ospita strade fiancheggiate da alberi. Particolare che rende la forma a stella ancora più distinta se ripresa dall'alto.

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Google Earth scopre nuove piramidi

- Google Earth sempre più reale: anche gli alberi nella mappa virtuale di Big G

Pin It

Cerca