I 7 lavori più pericolosi di sempre

professioni pericolose

Il sogno di ogni bambino è quello di fare, da grande, l'astronauta. Tuttavia, il cinema ci apre gli occhi e ci insegna che, seppur inebriante, il mestiere dell'astronauta non è poi così sicuro. Ad ogni modo, non è il solo. Sono decine i lavori pericolosi. Ma sono altrettanti i coraggiosi e intraprendenti adulti che al “da grande” hanno aggiunto la possibilità di svolgere tali mansioni. Non si tratta solo di indossare tute spaziali. Anche i più comuni piloti o autotrasportatori non svolgono un mestiere che possa dirsi tranquillo.

Ecco, dunque, i 7 lavori considerati “potenzialmente pericolosi”. Dove l'adrenalina, spesso, è una fedele compagna di viaggio.

Minatori

Sebbene non un mestiere più pericoloso come in passato, quello del minatore è pur sempre un compito rischioso. La sicurezza, oggi, è requisito essenziale per lo svolgimento del lavoro, a fronte di migliaia di morti dovuti alle esplosioni di gas, soffocamenti o avvelenamenti o, ancora, cedimenti delle pareti delle miniere stesse. Qualche esempio. Nel 1907 perirono 3.200 minatori. Senza andare troppo in là con il tempo, nel 2010, si verificarono ben 29 incidenti mortali a Big Branch, nel West Virginia, o nel 2007 a Crandall Canyon e, infine, nella miniera di Sago, nel 2006. Purtroppo, se il mondo occidentale ha migliorato le condizioni di lavoro dei minatori, ancora oggi, in Cina i rischi sono troppo alti.

Autotrasportatori

Solo nel 2012 il tasso di decessi è stati di 22,1 su 100 mila tra camionisti e addetti alle vendite che viaggiano ogni giorno su strada. 741 morti che ci parlano chiaro delle cause associate ai viaggi a lungo raggio, quali stanchezza e affaticamenti.

Pescatori

A parte lo stereotipo del pescatore che vive a contatto con la natura e la cui immagine è associata al tipico lupo di mare burbero, anche talemestiere non è fra quelli considerati più tranquilli. Secondo un rapporto del 2013 dal Bureau of Labor Statistics, la pesca commerciale è annoverata tra i lavori a più alto rischio mortalità nei soli Stati Uniti, con un tasso di mortalità di 117 casi su 100 mila lavoratori. Il pericolo è dovuto al capovolgimento delle imbarcazioni e agli affondamenti. Inoltre, le attrezzature di bordo sono spesso pericolose ed occorre una certa esperienza nel maneggiarle.

Taglialegna e boscaioli

Quello del taglialegna e del boscaiolo è il mestiere che, nel solo 2012, ha totalizzato il record di decessi. 62 boscaioli sono morti sul lavoro e, nel complesso, la professione ha un tasso di mortalità pari a 127,8 su 100 mila lavoratori. Le cause sono le condizioni climatiche estreme, sempre oscillanti tra il caldo e il freddo; ma anche l'essere sempre proiettati in luoghi sperduti o il dover maneggiare attrezzi pericolosi, come le motoseghe. Non da ultimo, come non considerare la possibilità di venire schiacciati proprio da quei rami o tronchi che si sta tagliando?

Lavoratori della nettezza urbana

considerato uno dei lavori più rischiosi negli Stati Uniti, con un tasso di mortalità di 27,1 casi su 100 mila lavoratori. Quello della nettezza urbana è un lavoro che porta l'uomo a diretto contatto con materiali potenzialmente pericolosi, come vetri rotti, rifiuti sanitari e prodotti chimici.

Saldatori iperbarici

La saldatura iperbarica, ossia quella effettuata in sedute subacquee, comporta due tipi di rischi: quelli causati da scosse elettriche, provocate dalle apparecchiature come le saldatrici, e la decompressione. Sebbene ben retribuito, quello del saldatore subacqueo richiede un'ottima specializzazione. Tuttavia, non sono molte le persone disposte ad intraprendere una simile carriera.

Piloti di aerei e ingegneri di volo

una delle professioni più ambite da grandi e piccini. Un sogno nel cassetto, come si suole definirlo. Tuttavia, il suo tasso di mortalità è di 53,4 casi su 100 mila lavoratori e 71 vittime nel 2012. Stiamo parlando dei piloti di aerei, sia commerciali che cargo che militari. Il maggior numero di incidenti aerei si verifica in Alaska, dove il tempo è imprevedibile e le strade per lo più inesistenti. Il viaggio è di per sé un'avventura.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Alla deriva nello spazio: e se Gravity diventasse realtà?

- Quali lavori nel futuro?

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico