Mangiamo di più se piatto e cibo hanno lo stesso colore

colore piatto

Piatto e cibo dello stesso colore ci spingono a mangiare di più. È quanto emerge da uno studio condotto presso la Cornell University of New York. Ma questa non è solo una brutta notizia. Se è vero i colori simili ci invogliano a consumare una maggiore quantità di cibo, dall'altra parte quelli differenti potrebbero aiutarci a dimagrire.

Dopo aver sottoposto ad alcuni test diversi gruppi formati da 60 persone, gli scienziati americani hanno capito che la quantità di cibo assunta dai vari soggetti non dipendeva da colore degli alimenti né tantomeno dal colore del piatto, ma dalla comunanza cromatica tra i due.

Ai volontari è stato portato prima la pasta al pomodoro servita su un piatto di colore rosso, e poi su un piatto di colore bianco. Stessa cosa è stata fatta con la pasta con la panna, servita prima su un piatto bianco e poi rosso.

Il risultato è stato inequivocabile. Nei casi in cui i colori del cibo e del piatto coincidevano, le porzioni che i partecipanti prendevano dal buffet erano dal 17 al 22 percento più abbondanti rispetto a quando il colore era differente.

Ma da cosa nasce questa scelta inconsapevole? Secondo gli esperti, il contrasto di colore era una sorta di campanello d'allarme che faceva notare maggiormente ai soggetti la quantità di cibo servita.

Mangiare quindi su piatti di colore diverso rispetto al cibo consumato dovrebbe teoricamente indurci a mangiare meno.

Un'altra ricerca, recentemente, aveva suggerito l'uso dei piatti rossi per limitarci a tavola perché il rosso nell'immaginario collettivo segnala uno stop, quindi anche il nostro cervello sarebbe in qualche modo portato a frenarsi.

Ma è realmente così semplice?

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca