6 cellulari su 10 sono infestati dai batteri fecali

cellulare_mani

Sporchi, sporchi, sporchi. Sono i nostri amati cellulari e smartphone, che secondo uno studio britannico sarebbero ricchi di batteri fecali, trasmessi dalle mani, non sempre deterse a sufficienza. E che i cellulare non facesse bene alla salute, lo abbiamo detto tante volte, ma di solito si pensa a quella del cervello. Chi avrebbe mai detto che è veicolo di infezioni e di germi, tra cui il famigerato Escherichia Coli, il batterio che per mesi ha fatto tremare l'Europa?

A lanciare l'allarme è stato uno studio condotto dalla London School of Hygiene & Tropical Medicine reso noto lo scorso 15 ottobre in occasione della Giornata Mondiale per le mani lavate, il Global Handwashing Day.

Stando a quanto riferiscono gli esperti britannici dopo aver analizzato 390 telefonini in 12 città del Regno Unito, il 92% di essi recava germi di vario tipo. E non solo loro. Anche le mani dei proprietari erano contaminate dallo stesos genere di lordura.

In totale, ben 6 telefoni su 10 presentavano la contemporanea presenza dell'E.Coli e dello Stafilococco Aureo. E l'82% della mani dei soggetti esaminati erano un covo di batteri, sebbene il 95% di essi abbia sottolineato di mostrare attenzione per l'igiene.

Il dottor Val Curtis della London School of Hygiene & Tropical Medicine ha spiegato che una simile situazione, oltre a far storcere il naso, ha dei risvolti seri: “Questo studio fornisce ulteriori prove che alcune persone ancora non si lavano le mani correttamente, soprattutto dopo essere andate in bagno”. Ancor più se si considera che alcuni batteri sono davvero pericolosi per la nostra salute: “Spero che il pensiero di avere l'E. coli sulle mani e sui telefoni – continua Val Curtis - li incoraggi a fare più attenzione in bagno. Lavarsi le mani con il sapone è una cosa semplice ma al tempo stesso può salvare vite umane”.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca