Aurasma: la realtà aumentata su iPhone 4 e iPad 2

Aura_iPhone

La pubblicità – si sa – a volte è tutto. E allora se affiggere volantini in tutta la città, spedire inviti su Facebook ed inviare email di massa a tutti non basta, ecco arrivare in nostro aiuto una nuova fantastica applicazione: Aurasma, per iPhone 4 e iPad 2.

La tecnologia è simile ai codici a barre e tag che gli smartphone sono già in grado di leggere, tranne per il fatto che adesso il nostro telefono riconoscerà, nel loro ambiente, gli oggetti di uso quotidiano. L'app utilizza la fotocamera del telefono, il GPS, il bluetooth, il Wi-Fi, l’accelerometro ed il giroscopio per riconoscere immagini, simboli e oggetti della vita reale, che poi verranno ai quali verranno poi sovrapposti video, animazioni, immagini fisse 3D o altre fonti, conosciute come "aure".

Dovremo semplicemente selezionare l'immagine di un elemento reale che vogliamo taggare, selezionare la foto, il video o l’animazione da usare come aura, indicare la zona dell’immagine taggata in cui vogliamo che appaia l'aura e salvarla. Una volta fatto, potenzialmente qualsiasi dispositivo attrezzato con Aurasma puntato verso quell’elemento selezionato "vedrà" l’aura scelta.

Per attirare gli utenti, la società Aurasma ha creato delle aure predefinite, ma l'idea è che la maggior parte delle aure verranno create dagli stessi utenti, che potranno anche scansionare con la fotocamera del loro cellulare una regione per vedere quali aure ci sono nei dintorni, o impostare un allarme per essere avvisati quando stanno per raggiungerne una.

Le aure possono essere anche unite alle fotografie dei giornali o alle locandine dei film, che "prenderanno vita". La versione corrente di Aurasma, disponibile su iTunes, è una versione introduttiva e cerca i feedback degli utenti. La versione finale dovrebbe uscire tra un mese, insieme anche per Android.

Antonino Neri

Pin It

Cerca