Stampanti 3D e robot del futuro: ecco le novità del Maker Faire 2014

Make Faire drone

La robotica e l’elettronica del futuro in mostra al Makers Faire 2014. Il 17 e 18 maggio, a San Mateo, follie dell’elettronica - da stampanti 3D (anche con 35 videocamere integrate) a circuiti stampati e droni volanti - inventate da artigiani e innovatori 2.0, sono apparse nel centro eventi della città californiana. Proiezioni sul futuro sì, ma forse non in tutti casi non così lontane. Ecco le principali novità.

1. Mini droni

I droni sembrano il futuro? Se mini forse ancora di più. Il Micro Drone è proprio un mini computer, che può stare nel palmo di una mano, ma è in grado di volare in alto come i suoi fratelli più grandi, e come loro ha dotazioni di alta tecnologia, come telecamera HD e mini motore.

Applicazioni? Esplorazioni, ricognizioni militari e, chissà anche trasporto di materiale in piccole quantità. Costa 99 dollari, ma attualmente si può trovare solo negli Stati Uniti.

2. Una stampante 3D nello spazio

Stampanti 3D spazio

La Nasa, in collaborazione con la Singularity University (Usa), vuole mandare sulla Stazione Spaziale Internazionale una stampante 3D, la ‘Made in Space’. Il dispositivo dovrebbe diventare parte dell’equipaggiamento degli astronauti in caso di guasti o problematiche quotidiane. Potrebbe infatti essere utile a produrre piccole parti danneggiate o strumenti particolari per gli interventi.

3. Stampanti 3D in aiuto dei disabili

Enabling for the future

Le stampanti 3D sono già inserite in programmi sperimentali per creare protesi. Ora un gruppo di volontari ha deciso unire le forze per migliorare la qualità di vita dei disabili. Il progetto ‘E-nabling the Future’ ha proprio l’obiettivo di usare i dispositivi per produrre protesi a partire da modelli 3D.

4. Scarpe su misura 2.0

Domain for sale

Un video riprende la forma dei tuoi piedi, così si genera un modello 3D e da lì il progetto delle scarpe su misura, delle quali si può anche scegliere il colore. Dal pc ai piedi le scarpe arrivano con una stampante 3D. Questo è quello che il progetto Feetz è in grado di offrire. Il prodotto verrà consolidato per il lancio, che si prevede entro la fine di quest’anno.

5. Robot programmabili user friendly

ArbBotics

Basta robot programmabili solo da esperti. Dopo Sparki, il robot nato per educare i ragazzi all’apprendimento veloce dei principi fondamentali dell’elettronica, la società ArcBotics torna con un nuovo progetto: un robot umanoide che, oltre ai giovani, potrà essere di aiuto anche agli adulti. Affinchè però vada in porto la compagnia lancerà a settembre 2014 una campagna su Kickstarter.

Questo e il prossimo anno potrebbero quindi vedere la commercializzazione di molte di queste "follie".

Roberta De Carolis

Foto: Maker Faire 2014

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Stampanti 3D: usate per creare il primo cranio di plastica

- Droni, da domani tutti assicurati

Pin It

Cerca

ravenna2017 300x90