La Medicina che svela il futuro della salute

stethoscopeSi chiama Medicina Predittiva ed è la nuova frontiera della medicina che ci permetterà di svelare il futuro della nostra salute. Basata sull’integrazione verticale di dati e conoscenze di natura biomedica, la medicina predittiva ci darà un quadro clinico delle patologie destinate ad insorgere (o a evolversi) nel corso della vita. Ma quando sarà disponibile?


La sua prima applicazione è già stata messa appunto dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che insieme ad altri 14 partner, ha partecipato alla realizzazione di Health-e-Child, un progetto volto a sviluppare un sistema computerizzato di supporto clinico alla diagnosi e alla ricerca in pediatria.

La parola d'ordine è "integrazione fra tecnologia e scienze biomediche" e la promessa è di pervenire in modo scientifico all'identificazione di elementi e condizioni che determinano l'insorgenza di una patologia.


Il sistema è il risultato di una complessa rete di interazione e comunicazione fra discipline scientifiche, fra cui molto importante, il calcolo matematico. I dati clinici dei pazienti, vengono raccolti e immessi in una banca dati europea, che grazie all’elaborazione e all’utilizzo di modelli matematici di calcolo complesso, permette di paragonare le informazioni a disposizione con casi analoghi in tutta Europa.


I medici, hanno così la possibilità di simulare la reazione dell’organismo, anche a  distanza di anni, a fronte della somministrazione di un farmaco, dell’applicazione di una terapia o di un intervento.

Il progetto prevede un fitto allargamento della rete a livello europeo, garantendo collegamenti e collaborazioni tra i  migliori ospedali pediatrici.


In questo modo, oltre a creare un sistema di diagnosi di nuova generazione, verranno amplificate le potenzialità dei centri di ricerca che beneficeranno certamente di questo esteso contributo della scienza.

Health-e-Child è attualmente applicato a patologie di cardiologia, oncologia e reumatologia. Il progetto è stato accolto dalla Commissione Europea fra i progetti dell’ultima fase del 6° Programma Quadro con un finanziamento di oltre 12 milioni di euro.


Il suo sviluppo permetterà anzitutto di offrire ai piccoli pazienti di oggi un futuro sereno come adulti del domani, ponendo al tempo stesso le basi per una nuova concezione della parola "salute".


Pin It

Cerca