Il futuro è a colori, lo provano le scimmie

daltonismo_monosIn futuro i daltonici, potrebbero tornare a distinguere tutti i colori, grazie ad una nuova terapia genica sperimentata con successo sulle scimmie. L’esperimento, che segna una rivoluzione in campo oftalmico, è stato condotto sulle scimmie-scoiattolo, appartenenti alla specie Saimiri Sciureus; queste, affette da daltonismo congenito, non sono in grado di distinguere i colori rosso e verde.

Secondo Jay Neitz dell’Università di Washington, membro del team che ha lavorato sull’esperimento, si tratta di un modello perfetto per studiare l'omologo disturbo umano.

 

Dalton e Sam, questo è il nome delle scimmiette che hanno reso possibile questo grande passo avanti nella scienza, sono state trattate con una particolare forma di opsina, una proteina incolore che produce pigmenti sensibili al rosso e al verde.

La proteina è stata iniettata dietro la retina e veicolata da virus adeno-associati innocui, che attecchendo hanno permesso di inserire il gene sano per produrre la proteina desiderata.

A seguire Dalton e Sam c'erano Jay Neitz e sua moglie Maureen, due oftamologi dell’Università di Washington che hanno addestrato le due scimmie ad eseguire un particolare test per comunicare i colori che vedevano.

Un team dell’Università della Florida ha invece messo appunto la tecnica  di trasferimento genico che ha permesso il successo dell’impresa.

Sicuramente un grandissimo passo avanti verso il trattamento del daltonismo e con grande probabilità anche per il trattamento di altri disturbi che affliggono la percezione dei colori.

Il futuro, dunque, è in Technicolor. Parola di Dalton e Sam.

Pin It